A Bologna si celebra il Festival dell’errore, perché sbagliare è umano

Domani, nell'ambito della Giornata mondiale dell'errore, a Bologna si celebra il Festival dell'errore, perché sbagliare non solo è umano, ma anche "di vino"

(Fonte foto: www.mauroluccarini.com)

(Fonte foto: www.mauroluccarini.com)

Il 29 febbraio a Bologna si festeggia il Festival dell’errore o Error Day. I nati sbagliati, ovvero quelli nati appunto il 29 febbraio, sanno bene di cosa si tratta e siccome il 2015 non è un anno bisestile se volete partecipare al festival è meglio informarsi sul come, dove e quando per domani, 28 febbraio.

Bimbi tossici (Fonte foto: www.errorday.it)

Bimbi tossici (Fonte foto: www.errorday.it)

LA GIORNATA MONDIALE DELL’ERRORE – In occasione della Giornata mondiale dell’errore, nel capoluogo emiliano si festeggia l’errore umano, grazie alla brillante idea di Clelia Sedda che ha ideato il Festival dell’errore bolognese. Questa festa nasce perché tutti comprendano il  proprio potenziale erratico, cioè la capacità di sopportare la paura di sbagliare. Il concetto fondamentale, quello per cui l’evento è stato creato è: invece di avere paura di sbagliare, bisognerebbe imparare a non sbagliare invano. L’errore fa parte della nostra condizione di esseri umani pensanti, e non rappresenta un limite momentaneo che si può superare una volta per tutte, ma una ineludibile condizione dell’esistenza umana. Il festival perciò celebra l’errore quando questo funziona come scarto creativo e diventa l’eccezione alla regola, aprendoci nuove possibilità: perché l’errore di oggi può diventare il successo di domani.

abbonamento droga (Fonte foto: www.errorday.it)

abbonamento droga (Fonte foto: www.errorday.it)

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL DELL’ERRORE – Quindi, se volete partecipare all’evento si parte domani alle 15.00 con il dibattito Fino all’ultimo respiro. Scienza dell’inganno e inganno della Scienza, che si svolgerà presso la Cappella Farnese di Palazzo D’Accursio, in Piazza Maggiore, 6 e che prende spunto dal tema della seconda Giornata mondiale dell’errore, ovvero Convivio spettacolare su medicina, errori e illusioni percettive.

(Fonte foto: www.errorday.it)

(Fonte foto: www.errorday.it)

Queste le parole di Clelia Sedda riguardo al dibattito: «Cantonate, accidenti, distrazioni o fallimenti sono parte integrante sia della nostra esperienza che del modo in cui la medicina progredisce e cresce». Tra coloro che interverranno molti medici, ma anche musicologi e performer che racconteranno molte delle imperfezioni che ci circondano, in barba a un mondo che si vuol credere esatto, ma che esatto non è, cioè quello della scienza: gli effetti placebo, gli errori di percezione, gli ‘sbagli di natura’, le credenze della medicina poi rivelatesi del tutto sbagliate. In particolare, tra gli ospiti interverranno: Fabrizio Benedetti, esperto dell’effetto placebo in medicina, Massimo Polidoro, segretario dell’organizzazione creata da Piero Angela per smascherare gli inganni dell’occulto, il musicologo Massimo Privitera e la performer Lorenza Franzoni. Ancora, la dottoressa Annagiulia Gramenzi, docente di Storia della medicina dell’Alma Mater, parlerà dei cosiddetti ‘scherzi di natura’, alcuni dei quali osservabili al Museo delle Cere anatomiche di via Irnerio.

(Fonte foto: www.errorday.it)

(Fonte foto: www.errorday.it)

Si proseguirà poi con la cena sbagliata e una festa da s-ballo. A mezzanotte, poi, si festeggerà in Piazza Maggiore il compleanno che non esiste, ovvero quello di tutti i nati il 29 febbraio di qualsiasi anno. E ancora, domenica 1° marzo si svolgerà una visita guidata per la città emiliana, alla scoperta di tutti gli errori (e gli orrori) dei monumenti locali.

(Fonte foto: www.errorday.it)

(Fonte foto: www.errorday.it)

MA QUALI ERRORI? – Sul sito www.errorday.it si può vedere una panoramica delle opere “sbagliate”, e ce ne sono veramente di divertenti: dalla scritta SOTP che dovrebbe imporre agli autisti di fermarsi a quella che recita “strada DISSETATA”, alla specialità della casa di una tavola calda, l’OTT dog con il CHECIAP oppure i CONDOR bleu. Una vagonata di errori di grammatica, di distrazione, di traduzione o di semplice buonsenso che vi strapperanno certamente una risata.

Mariangela Campo

@MariCampo81

Sabato 28 febbraio 2015 Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio piazza Maggiore 6, Bologna a partire dalle ore 15.00 fino a notte inoltrata

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews