Birmania: Suu Kyi annulla la chiusura della campagna elettorale

San Suu Kyi durante uno dei comizi

MYEIK (BIRMANIA) – Spossata per la faticosa campagna elettorale che sta conducendo in vista del voto suppletivo del 1 aprile, Aung San Suu Kyi, leader dell’opposizione birmana e premio Nobel, ha dovuto rinunciare al comizio conclusivo della campagna, che avrebbe dovuto tenere a Myeik, nell’estremo sud del Paese.

Il noto leader birmano, sessantaseienne e sempre in prima linea, per la prima volta candidata a un seggio nelle file del suo partito (la Lega nazionale per la democrazia – Nld), è dovuta tempestivamente ricorrere a cure mediche. Troppe le ore trascorse su un battello per la campagna elettorale: ora la Lady di Rangoon è sotto flebo.”Deve riposarsi a casa sua. Non deve sottoporsi più a lunghi spostamenti”, riferisce il suo medico, Tin Myo Win.

Un migliaio di sostenitori del Premio Nobel si sono radunati intorno alla casa dove San Suu Kyi sta ricevendo le cure necessarie.

Considerato un test per verificare la credibilità delle riforme del nuovo regime birmano, lo scrutinio del 1 aprile è guardato con grande attenzione dalla comunità internazionale: Suu Kyi non esce dalla Birmania dal 1988 e ha passato 15 degli ultimi 22 anni agli arresti domiciliari.

Benedetta Rutigliano

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews