Biennale di Venezia, William Friedkin premiato con il Leone d’Oro alla carriera

friedkin, leone d'oro

William Friedkin

Al lido di Venezia, per la Mostra del Cinema, è arrivato William Friedkin, regista di capolavori come Il braccio violento della legge e L’esorcista, per ricevere il Leone d’Oro alla carriera 2013.

Considerato tra i più grandi innovatori del genere horror e poliziesco, Friedkin stupisce anche per le dichiarazioni sul cinema di oggi e su Hollywood.

Il regista statunitense non nasconde la sua avversione per la situazione del cinema mondiale preferendo i nuovi programmi trasmessi in televisione. A suo modo di vedere è evidente la qualità di alcuni prodotti trasmessi sulla tv via cavo statunitense rispetto alla maggior parte dei film.

Sull’evoluzione tecnologica e la possibilità ormai per chiunque di poter girare, ha ammesso la grande fortuna di chi si cimenta oggi: «I giovani possono comprarsi una piccola telecamera digitale e girare le proprie opere, tornare a casa, fare da soli il montaggio e pubblicare i propri film online. Io non avrei mai potuto farlo quando ho iniziato».

Ammiratore dei nostri Riccardo Garrone e Paolo Sorrentino, Friedkin ha inoltre raccontato degli insegnamenti più importanti appresi durante la sua carriera per la riuscita di una pellicola. Importante conoscere i grandi classici – Hitchcock, Fellini – ed essere sempre pronto ad ascoltare e condividere le idee del cast e della troupe.

Gian Piero Bruno

@GianFou

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews