Berlusconi è top trend su Twitter con #paragoniallasilvio

Silvio Berlusconi: la sua sparata non è piaciuta alle comunità ebraiche (olodogma.com)

Silvio Berlusconi: la sua sparata non è piaciuta alle comunità ebraiche (olodogma.com)

Roma – C’è un tag che si è imposto lungo tutto il pomeriggio in testa alle classifiche di Twitter: merito anche questa volta del leader politico del centrodestra, Silvio Berlusconi, che si è lasciato andare a un’altra delle sue esternazioni pittoresche e discutibili. Quindi #paragonaiallasilvio ha scalzato non solo De Blasio, il nuovo sindaco di New York, ma anche l’italianissimo #prontoacorrerealcinema, l’inedito progetto di Marco Mengoni.

La vicenda è presto riassunta: parlando dei suoi guai giudiziari – ancora una volta – l’ex Presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi ha rilasciato un paragone azzardato, sostenendo che i suoi figli si sentirebbero accerchiati «come gli ebrei con Hitler». Una notizia che campeggia da tutto il pomeriggio sulle home di tutti i siti di informazione e che ha dato il via alla scalata del tag di cui parlavamo.

Twitter si è così riempito di parodie dell’esternazione di Berlusconi, alcune divertenti più di altre. C’è chi la butta sul calcio («Zarate è più forte di Messi», twitta @SteBaglio) e chi ironizza
Molti, però, ironizzano proprio su Berlusconi, sul Pdl e sulla (ri)nascente Forza Italia: «Nelle mie serate ad Arcore mi sentivo come la Monaca di Monza», scherza @DavideBasile78, insieme a @matteograndi che sostiene che «le cene di Arcore sono come il refettorio delle Orsoline», mentre @Vale_Freedom spiega che «La calvizie è una leggenda metropolitana comunista» e «Fabrizio Corona è un paladino della libera informazione».
C’è davvero posto per tutto e tutti in questo hastag, dalla politica al calcio: a regnare, però, è l’ironia proprio su Silvio Berlusconi, un’ironia tagliente che non risparmia le sue vicissitudini politiche, sentimentali e calcistiche, tanto da coinvolgere anche Galliani e la figlia Barbara.

Le reazioni – politiche, sociali e religiose – non si sono fatte attendere, ma sono anche state abbastanza tiepide: segno che la verve di Berlusconi è in calo o che ormai siamo un paese assuefatto alle sparate sopra le righe di un leader politico ridotto da sé stesso a macchietta comica?

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews