Berlusconi: “alle amministrative pericolo antiliberismo della sinistra”

Roma – Berlusconi sventola la bandiera del pericolo “rosso” per le elezioni amministrative. Affidando al notissimo sito di condivisione di filmati  Youtube il videomessaggio di propaganda elettorale, in vista dell’appuntamento del 15 e 16 maggio, il premier sprona i cittadini impegnati alle urne a votare per il Pdl.  «Saremmo meno liberi se la sinistra tornasse al potere» ha dichiarato il cavaliere. Ormai assuefatti a non sentire più comizi elettorali che parlano di programmi di governo, i cittadini sono ora costretti ad ascoltare i fantomatici disegni politici delle parti avverse. E così Silvio Berlusconi delinea ciò che accadrebbe se il centrosinistra dovesse vincere queste elezioni.

A parte illustrare l’antiliberismo della “sinistra”, il premier scende ancora più nei dettagli del pseudo progetto del famigerato antagonista. La sinistra, quindi,  «reintrodurrebbe l’Ici, raddoppierebbe l’imposta sul reddito per bot e cct dal 12,50 al 25 per cento e sui dividendi azionari». E ancor peggio aumenterebbe «l’imposta sul patrimonio delle famiglie – afferma sempre più accalorato Berlusconi – consentirebbe le intercettazioni a tappeto soprattutto usandole per accanirsi contro gli avversari politici». Anche nell’era della comunicazione, di cui il cavaliere è degno esperto, le parole hanno un senso e un significato solo se riguardano una certa parte della società, ma non il presidente del Consiglio e il suo entourage. Rimane ancora viva nella memoria di tanti italiani la battaglia fatta dal mondo dell’informazione riguardo proprio le intercettazioni e la cosiddetta “legge bavaglio”.

 

Sbarco di immigrati

Nel pericolo della vittoria dei “rossi”, inoltre, viene anche prospettata l’invasione degli extracomunitari da parte di una sinistra che farebbe occupare il nostro Paese da stranieri solo per vincere le elezioni: « le frontiere spalancate per concedere il voto a extracomunitari – ha proseguito Berlusconi nel suo videomessaggio – e spostare così a suo favore la bilancia elettorale». Nel calcolare le probabilità che il voto “straniero” andrebbe a favore della sinistra, gli statistici a servizio del premier avranno avuto il loro bel daffare per andare ad intervistare gli extracomunitari nel loro paese d’origine, visto che ancora non c’è stata questa “invasione barbarica” e gli stranieri che arrivano nel nostro Paese sfuggono da problemi ben più grossi di quelli del diritto al voto in Italia.

«Noi abbiamo fatto il meglio possibile nella peggiore contingenza- ha detto ancora il cavaliere – mantenendo i conti pubblici in ordine, salvando i risparmi, la tenuta del credito e nonostante il pessimismo e il disfattismo e l’uso del diritto come arma politica contro di noi abbiamo garantito la tenuta del sistema e garantito l’aiuto ai cittadini che hanno perso il posto lavoro».  Eppure in Italia i “bamboccioni” negli anni sono aumentati e il loro peso grava totalmente sulle famiglie. La disoccupazione, soprattutto quella giovanile, ha raggiunto cifre inverosimili e molti giovani delusi hanno persino smesso di cercare un’occupazione. Ma Berlusconi, nonostante tutti i problemi che attanagliano il Bel Paese durante il suo mandato,  non perde l’ottimismo e parla dell’Italia come del paese più virtuoso d’Europa proprio grazie alle politiche messe in atto dal suo governo: «Abbiamo messo alle nostre spalle il picco della crisi meglio di altri Paesi con fiducia dei mercati e realizzato una vera e propria missione impossibile: affrontare la crisi senza mettere mai le mani nelle tasche degli italiani». Tasche che risultano essere sempre più vuote.

Sabina Sestu

Foto: www.ilsussidiario.net; oggitv.net

Preview: www.tgcom.mediaset.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews