Berlinale 2015. Giorno di misteri, realtà e storia

La Berlinale 2015 è al suo secondo giorno e vede in concorso registi come Panahi, Haigh e Herzog

Berlinale 1Ciak, si parte. Iniziano ufficialmente le proiezioni della 65° edizione del Festival del Cinema di BerlinoGrandi attese e pretese da questo primo giorno, che vede in gara film di tre registi di calibro, quali il “condannato” Jafar Panahi, lo “scrutatore di vita” Andrew Haigh e il “Maestro” Werner Herzog.

L’IRAN DI PANAHI -  Il primo ad essere proiettato è il lungometraggio Taxi, del regista iraniano Jafar Panahi. Un film-verità costruito con uno stile clandestino, dove il regista si finge qualcun altro per poter carpire opinioni e sentire storie da chi non direbbe niente di fronte ad una telecamera. Questa volta il regista ha inserito una cinepresa in un taxi guidato da lui e lentamente, prendendo i vari passeggeri, chiacchierando con loro, descrive la realtà iraniana, dall’attimo quotidiano alla storia più tragica. Data la limitazione a norma di legge che gli impedisce, dal 2010, di dirigere film per vent’anni, Pahani ha dichiarato: «Sono un regista e non posso fare altro che realizzare film».

Jafar Panahi nei panni di un tassista nel suo "Taxi" (twimg.com)

Jafar Panahi nei panni di un tassista nel suo “Taxi” (twimg.com)

HERZOG E LA ‘REGINA’ – Secondo film ad essere proiettato è Queen of the Deserts di Walter Herzog. La pellicola narra la storia di Gertrude Bell, archeologa, scrittrice e membro del servizio segreto britannico. La vicenda si concentra soprattutto nel 1920, quando la storica si trasferì a Teheran e decise di dedicarsi allo studio del mondo medio-orientale: studierà le lingue, conoscerà personaggi illustri (come Lawrence d’Arabia) e sarà una pedina importate per la diplomazia di entrambi i Paesi. Il cast è d’eccezione, con attori di successo come, nei panni della protagonista, il Premio Oscar Nicole Kidman, che inserisce il personaggio della Bell al suo carrello d’interpretazioni biografiche di grandi donne del passato, come Virginia Woolf e Grace Kelly.

I DUBBI DI HAIGH – Ultima proiezione in concorso è dediata alla pellicola del regista Andrew Haigh, 45 Years. Tratto da un racconto di David Constantine, il film narra di una coppia (Kate e Geoff) in procinto di festeggiare il loro 45° anniversario di matrimonio. Dalla Svizzera, però, arriva una lettera indirizzata a Geoff, dove viene informato del ritrovamento del corpo senza vita della sua ex fidanzata, morta cadendo nella fessura di un ghiacciaio mentre si trovavano in vacanza insieme nel 1962. Una notizia che sconvolge l’uomo, a cui riemergono rancori sopiti e malsane abitudini, ma che farà riflettere anche Kate. Le paure e i dubbi costringeranno entrambi a decidere sul loro destino di coppia.

La locandina di "Queen of the desert", il nuovo film di Werner Herzog (art-et-loisirs.com)

La locandina di “Queen of the desert”, il nuovo film di Werner Herzog (art-et-loisirs.com)

Haigh, regista fortemente attento alle tematiche omosessuali, questa volta ci conduce in argomento altrettanto spinoso e nascosto dallo spirito puritano: i rapporti di una coppia di persone di una certa età. Una coppia che dovrebbe essere, seguendo lo spirito classico, consolidata e abitudinaria; qui, invece, basta poco per scheggiarsi e provare la paura dello sgretolamento

Una giornata importante, che certamente farà discutere, insomma, questa prima alla  Berlinale 2015, anche se il percorso è ancora lungo e tante sono le pellicole concorrenti. Per esprimere giudizi precisi è sicuramente troppo presto.

(Foto: twimg.com / art-et-loisirs.com)

Francesco Fario

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews