Basket Time: Siena è troppo forte, Milano cede il passo

Bo McCalebb: 24 punti a referto per lui (sport.virgilio.it)

BIG MATCH – Milano si presenta in grande emergenza, con la notizia fresca di giornata di un Petravicius costretto ai box a tempo indeterminato per il persistere dei problemi al tendine d’Achille e con in panchina, oltre a Melli, Ganeto e Mike Nardi, anche il giovanissimo (classe ’93) Giacomo Cacace. Siena invece è nel miglior momento da inizio stagione e trova ancora una prestazione monstre di Bo McCalebb, il piccolo folletto ex Partizan, autentico trascinatore nel trend positivo della formazione di Pianigiani: i 24 punti del naturalizzato macedone e i 32 combinati dal duo lituano Lavrinovic-Kaukenas mettono subito in chiaro le cose e per Milano già dopo due quarti è notte fonda. Il -24 a tabellone viene addirittura incrementato in un terzo quarto il cui il miglior uomo Armani chiude a 3 soli punti: costretto a rotazioni limitate, Bucchi non trova punti da Jaaber e Hawkins, timido contro gli ex compagni di squadra, e nemmeno l’energia di un Mason Rocca da 10+9 riesce a sovvertire l’inerzia di una gara segnata già dalla palla a due.
Le 24 perse di Mancinelli e compagni sono il segnale più evidente di una confusione generale cui Milano dovrà necessariamente porre rimedio il prima possibile, onde evitare di compromettere il cammino già in bilico in Eurolega e di lasciare troppa strada a Siena, ora in fugaal comando del campionato. L’ultimo quarto è utile per vedere all’opera le seconde linee e per permettere a Diego Monaldi, altro classe ’93, di inserire un’altra tripla nel suo personalissimo referto, dopo le fugaci apparizioni contro Biella e Teramo.

ROMA IN CRISI NERA – Crolla ancora la Lottomatica Roma, sempre più sull’orlo del precipizio nella zona bassa della classifica: contro la Cimberio Varese di coach Recalcati, i capitolini pescano dal cilindro un Nihad Djedovic da 27 punti, incisivo e presente offensivamente a 360°, ma purtroppo non riescono ad affiancargli un altro credibile terminale d’attacco. Crosariol è limitato a soli 5′ di impiego, Smith è ancora in versione opaca e nemmeno Washington riesce ad imprimere accelerazioni significative per le sorti romane.
Nel secondo quarto, Goss e Thomas mettono insieme 16 punti, trascinando Varese all’allungo decisivo, sul +17 all’intervallo: la rimonta tutto cuore dei romani si spegne proprio sul più bello, con Goss dalla linea dei liberi a sigillare il +3 finale.
Cadono anche Biella a Pesaro e Sassari a Cantù, mentre sorprese di giornata per Cremona, abile ad imporsi tra le mura amiche contro la sempre più altalenante Caserta, e per Teramo, alla prima vittoria stagionale sul parquet dell’AIR Avellino: i 28 punti di Taquan Dean servono soltanto a consegnare agli spettatori un ultimo quarto intenso e carico di emozioni, ma nel finale i tiri liberi sorridono a Teramo, con Boscagin a siglare l’ultimo e decisivo punto a tabellone per l’88-89 finale.

La Benetton Treviso di Jasmin Repesa allunga la sua serie positiva (wikideep.it)

TREVISO AVANTI TUTTA – Vince e convince la truppa di Jasmin Repesa, in striscia positiva di risultati e di gioco espresso: nella giornata in cui Motiejunas non è un fattore, ci pensa Devin Smith (18 punti) a lanciare i biancoverdi sul parquet della Canadian Bologna, la cui buona partenza viene vanificata da un ultimo quarto in cui Treviso tira 8 volte di più dal campo, prendendo ben 6 rimbalzi offensivi. Massimo Bulleri è l’uomo decisivo, con ben 9 punti nelle fasi calde del match, mentre a nulla valgono i 6 punti di Kennedy Winston, l’ultimo ad arrendersi per la franchigia allenata da coach Lardo. Altro ex Roma protagonista di giornata è Hervè Tourè, i cui 16 punti in combinazione con Maresca e Diawara permettono alla Enel Brindisi di cogliere un successo fondamentale in chiave salvezza contro la Fabi Montegranaro: Sharrod Ford è una volta di più in doppia doppia e Allan Ray con due bombe a stretta misura regala solo un’effimera illusione, perchè sul 75 pari arriva il canestro da sotto di Bobby Dixon a dare la vittoria a Brindisi, che in classifica agguanta Roma e Caserta, le grandi deluse di questo avvio di campionato.

PROSSIMO TURNO – Nemmeno il tempo di esultare per Brindisi che ecco arrivare in Puglia la Montepaschi Siena, mentre per Milano c’è l’esame Avellino, la cui classifica inizia ad essere preoccupante visto il momento positivo di Cremona (in casa contro Pesaro) e Sassari (contro Bologna). La striscia di 3 vittorie consecutive della Benetton Treviso verrà messa a dura prova dall’Angelico Biella, mentre tra Cantù e Montegranaro si confronteranno le rispettive ambizioni d’alta quota. Chiudono il panorama lo scontro testa-coda tra Caserta e Varese, con i lombardi che con un altro successo rinsalderebbero la propria terza posizione, e la sfida salvezza tra Roma e Teramo, con la squadra di Boniciolli che non può più permettersi passi falsi.

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Basket Time: Siena è troppo forte, Milano cede il passo

  1. Pingback: Vivere a Biella » Blog Archive » Basket: Varese vince a Roma 79-68 – ANSA.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews