Basket Time: Milano inarrestabile, ma Siena tiene il passo

Ibrahim Jaaber (qui ai tempi di Roma) ha castigato ieri proprio la sua ex-squadra con una prestazione solida (puntosportivo.it)

CHI SALE – Sale, sale, fortissimamente sale l’Armani Jeans Milano, inarrestabile dentro i confini nazionali e in grado di vincere in ogni modo possibile. La Lottomatica Roma ce la mette proprio tutta, conducendo le danze per larga parte dell’incontro sulle ali del duo ritrovato Smith-Dasic, 21 punti il primo e 15 il secondo, ma nel momento chiave della gara ecco venire fuori la classe dei campioni biancorossi. Il quarto periodo è un monologo Armani, con l’ex di turno Ibrahim Jaaber a guidare la propria squadra ad un parziale di 18-7 con cui vengono ribaltate le sorti della gara: Roma non riesce a trovare contromisure e inanella una serie incredibile di errori e palle perse (ben 8 nel parziale decisivo), tirando con il 25% contro il 78% dei propri avversari.
Torna a dominare anche il Montepaschi Siena, che dopo la vittoria strepitosa in Eurolega contro il Barcellona dà continuità alle proprie prestazioni asfaltando al PalaEstra l’Angelico Biella: nel +20 (101-81) finale, per la squadra di coach Pianigiani ci sono ben 6 uomini in doppia cifra, con Lavrinovic a quota 22 in 20 minuti e con le percentuali di squadra a sfiorare il 74% da 2 punti. Biella è tutta nelle mani di Slaughter e Viggiano, ma dopo un primo quarto concluso in scia ai campioni d’Italia, i piemontesi si fanno letteralmente travolgere dal ciclone senese.
Buona vittoria anche per la Scavolini Pesaro, con Cinciarini a quota 20 a guidare altri 4 compagni oltre la doppia cifra: senza Cusin e con Hoover fuori partita, è Daniel Hackett a mettere a referto le giocate fondamentali per scrivere le premesse ad un fondamentale successo. L’azzurro ex USC distribuisce bene il gioco sin dal primo quarto (23-12 per Pesaro) con 6 assist cui aggiunge anche ben 7 palle recuperate: non bastano a Sassari i 22 punti di Othello Hunter e i 15 di White, troppo basse le percentuali dalla lunga distanza (10.5%), sempre decisive quando si deve tentare una rimonta.

CHI SCENDE – Unica squadra ancora a 0 punti è la Tercas Teramo, sconfitta da una ritrovata Benetton Treviso: brilla la stella di Donatas Motiejunas che, in 16 minuti di impiego stavolta non condizionato da problemi di falli, infila nella retina avversaria 23 punti con 9/12 da 2 punti con una tripla a bersaglio su due tentativi. La squadra di Repesa domina sotto i tabelloni e l’imbarazzante 48-30 a rimbalzo consegna a Devin Smith, MVP della gara, una doppia doppia da 24 punti e 10 rimbalzi: Teramo crolla dopo l’intervallo, quando le percentuali dei propri leader si abbassano drasticamente e la mancanza di varianti di gioco costringe a forzare dall’arco. Boscagin chiude a quota 17, mentre ci sono anche 5 assist nella partita di Zorovski, secondo realizzatore di squadra con 14.
Bruttissimo passo indietro per la pur sorprendente Cimberio Varese, spazzata via senza appello nel derby lombardo con la Vanoli Cremona: è la difesa il punto debole della compagine guidata da Charlie Recalcati, che concede il 71% da 2 e il 52% da 3. Con queste percentuali, Cremona può gettare le basi per la vittoria già dal primo quarto, concluso sul punteggio di 26-7 grazie a 9 punti di Sekulic e ad un ottimo rendimento globale sotto i tabelloni. La partita, se così la si può definire, è già in archivio sul +18 all’intervallo, con il veterano Alex Righetti miglior realizzatore per Varese con 12 punti.

Hervè Tourè, neo-acquisto di Brindisi (blunote.it)

COLORO CHE SON SOSPESI.. - Non si fa in tempo a vedere Bologna nelle zone nobili del campionato che subito arriva una sconfitta ampiamente evitabile: Kemp e Poeta mettono insieme 42 punti sui 77 totali della squadra, ma Montegranaro guidata dal solito Sharrod Ford fa la voce grossa e nel finale punto a punto riesce a dare il colpo di reni risolutivo. È proprio l’ala di coach Pillastrini a fare la differenza, siglando 8 punti nel parziale decisivo e controbattendo colpo su colpo alle accelerazioni di Marcelus Kemp (9 nel finale di gara): sono due liberi di Ford, infatti, a mettere la firma sul successo degli ospiti, con punteggio a tabellone che recita 77-79 per la Fabi Shoes Montegranaro.
Sorridono anche Caserta e Cantù, con i lombardi, presi per mano dai 20 punti di Nicolas Mazzarino, bravi a contenere la rimonta di una sempre altalenante AIR Avellino: i campani coronano la riscossa raggiungendo gli ospiti sul 54 pari a fine terzo periodo, ma sul più bello cedono il passo ai 5 punti consecutivi realizzati dalla linea dei liberi da Mike Green.
Prima sospirata vittoria per Caserta (76-64), che abbandona Teramo all’ultimo posto e vince lo scontro diretto con la Enel Brindisi: i pugliesi spremono fino all’ultimo il neo arrivato Hervè Tourè, autore di 15 punti e 9 rimbalzi in 40 minuti, cui si aggiungono i 17 di Diawara e i 19 di Booby Dixon, ma a decidere la gara sono i punti della panchina. Brindisi infatti trova soltanto i 3 punti di Luca Infante da opporre invece ai 18 di Koszarek, perfetto dal campo e autore anche di 4 recuperi, e agli 11 di Colussi.

PROSSIMO TURNO – Tutto facile sulla carta per Siena, ospite nel testa-coda di giornata a Teramo, mentre invece dovrà sudare le proverbiali sette camicie Milano, attesa da Montegranaro in striscia positiva. Caserta nella gara contro Cantù dovrà dare continuità ai primi 2 punti della propria classifica, mentre è chiamata necessariamente ad un successo scaccia-crisi la Lottomatica Roma, che tra le mura amiche dovrà vedersela con la Vanoli Cremona. Sfida tra squadre ambiziose a Treviso, dove arriva la Scavolini Pesaro, e a Varese, dove ci si attende il riscatto della Canadian Bologna. Chiudono il programma la sfida tra Biella e Avellino e lo scontro salvezza Sassari-Brindisi.

Andrea Samele

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews