Basket Time 6a giornata: Gallinari fa grande Milano, Siena ko

Emporio Armani Milano – Montepaschi Siena 63-56

Lo Slam Dunk finale di Leon Radosevic, tra le urla del pubblico milanese in festa, è l’apoteosi di una grande serata di basket. L’equilibrio regna sovrano per le fasi iniziali di gara, con Nicholas insolitamente preciso al tiro e dall’altra parte un buon impatto di Kaukenas e Andersen. Cook non trova il ferro in nemmeno un’occasione (sarà l’unico Armani a non muovere il proprio tabellino), ma è dai suoi polpastrelli che partono le migliori giocate per Milano: proprio un assist al bacio concluso volando sopra il ferro libera il sin lì piuttosto impacciato Gallinari, ben contenuto dall’intensità di Stonerook e Carraretto.

Gallinari trascinatore contro Siena (leggo.it)

Dopo l’intervallo la musica rimane la stessa, ma cambiano gli interpreti: Lavrinovic punisce i raddoppi dentro l’area con l’unica tripla della sua partita e quando si scatena McCalebb in contropiede per Milano son dolori. Il folletto naturalizzato macedone spacca in due la difesa avversaria ad ogni azione, collezionando falli e viaggi in lunetta: Andersen costringe Scariolo a lasciare uno svagato Bourousis in panchina premiando l’impegno e la versatilità di Radosevic. Il classe ’90 si fa notare per qualche rimbalzo ma in fase d’attacco è del tutto nullo: la bomba di Jacopo Giachetti su assist di Gallinari avvia Milano all’ultimo parziale con 4 punti di margine.

Il quarto periodo è il regno delle stelle e quelle di Milano brillano sin dal primo possesso: Gallinari e Fotsis infatti muovono subito il punteggio ma due canestri in fila di McCalebb permettono a Siena di ritrovare la parità a quota 50. L’ala dei Nuggets replica con un gioco da 3 punti ottenuto lottando su una palla vagante dopo un errore di Hairston, ma la tensione e il peso di ogni pallone mantengono lo score basso: Scariolo dimentica in panchina Bourousis, mentre Nicholas compare giusto per sprecare un possesso con un tiro da 3 del tutto scriteriato. Rientra Mancinelli, vero uomo in più per Milano sia in attacco che in difesa, ma è Andersen con uno splendido movimento in allontanamento dal post basso a permettere a Siena di mettere la testa avanti.

Sul più bello però i toscani vanno fuori giri: una palla persa apre il contropiede solitario di Gallinari, fermato da Kaukenas con un fallo antisportivo. Due liberi, possesso e nuovo vantaggio: le mani dei biancorossi infatti non tremano, con Hairston e ancora Gallinari a sigillare il +5 dell’ultimo minuto. Pianigiani prova a creare uno schema per la ricezione di Andersen in post, ma il passaggio di Kaukenas è imprendibile: nell’ultimo possesso è McCalebb a schiantarsi contro Cook, con Radosevic in campo aperto a inchiodare al ferro il successo di Milano. Si interrompe così una lunghissiama serie di sconfitte per la Armani al cospetto dei pluricampioni d’Italia, mentre per Siena c’è da registrare una battuta d’arresto figlia – secondo Pianigiani – della cattiva forma di realizzatori come Lavrinovic e Rakocevic.

LE ALTRE - Il duello tra i due Gentile premia nel punteggio Stefano (23 punti), ma nel risultato Alessandro: infatti, la Benetton Treviso si impone in volata contro Casale, ancora ultima a quota 0. A decidere, oltre alle giocate del campione azzurro, anche la fisicità di Adrien (14+13) e i liberi di Bulleri, con Chiotti che si divora letteralmente la palla della vittoria. Sorridono anche Bologna (17 di Poeta contro Varese) e Cantù, con i lombardi capaci di schiantare letteralmente Avellino, ancora una volta irriconoscibile fuori dalle mura amiche. Continua a dare spettacolo la Scavolini Pesaro del sempre più convincente Hackett (14+7), mentre in chiave salvezza volano Venezia (vittoriosa con Teramo) e Biella, che manda in crisi nera la Fabi Shoes Montegranaro. Non bastano i 25 punti di Von Wafer a Cremona per negare un meritato sorriso alla Acea Roma di Lino Lardo, con l’ex Real Madrid Clay Tucker a quota 23.

Andrea Samele

RISULTATI E CLASSIFICA
Pepsi Caserta – Scavolini Pesaro 76-82
Novipiù Casale – Benetton Treviso 71-72
Umana Venezia – Banca Tercas Teramo 86-71
Acea Roma – Vanoli Braga Cremona 85-78
Canadian Solar Bologna – Cimberio Varese 74-63
Bennet Cantù – Sidigas Avellino 90-55
Fabi Shoes Montegranaro – Angelico Biella 64-69
Emporio Armani Milano – Montepaschi Siena 63-56
Riposa: Banco Sardegna Sassari

Milano 10, Siena, Cantù, Avellino, Varese e Biella 8, Pesaro*, Treviso*, Venezia*, Caserta*, Roma e Bologna 6, Sassari* 4, Teramo, Cremona e Montegranaro* 2, Casale 0. (* una partita in meno)

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews