Basket serie A 9a giornata: Siena vince a Cantù. Bene Milano, vola Varese

Daniel Hackett

Daniel Hackett protagonista contro Cantù www.quisiena.corrierenazionale.it

Nella nona giornata del campionato di serie A di basket, la Montepaschi Siena si aggiudica il big match contro la chebolletta Cantù, espugnando il PalaDesio con il punteggio di 54 a 67. I campioni d’Italia hanno condotto l’incontro con autorità dopo un primo parziale di 5 a 0 per i padroni di casa in apertura di gara e resistendo anche alla rimonta canturina, coronata dal sorpasso in apertura del quarto e decisivo periodo. A quel punto è entrato in scena Daniel Hackett, sempre più giocatore decisivo per la compagine toscana: il playmaker ha realizzato tutti gli 8 punti nell’ultima frazione, dimostrandosi un fattore anche in difesa.

Ma quello che sorprende di Siena è la crescita complessiva della squadra: giocatori che ad inizio stagione sembravano fantasmi sono improvvisamente diventati fattori decisivi, in campionato come in eurolega. Su tutti Kristjan Kangur, assolutamente a suo agio nel sistema di coach Luca Banchi che esalta il suo tiro da fuori. Ma anche l’impatto di Tomas Ress è cresciuto contestualmente al suo minutaggio dopo la rivoluzione estiva, oltre alla grande condizione di giocatori di assoluto valore come David Moss e lo stesso Hackett. In generale, quella che è certamente una squadra ridimensionata nel budget e nel valore tecnico, dimostra tuttavia un affiatamento e una forza mentale che possono seriamente renderla di nuovo competitiva in ottica scudetto.

Invece Cantù mostra una preoccupante involuzione dopo il grande avvio di stagione con la vittoria in supercoppa italiana ai danni proprio dei campioni senesi: Brooks paga forse la giovane età e l’inesperienza a giocare a questi livelli. Ma Tyus è l’ombra del giocatore devastante delle prime giornate di campionato, mentre Tabu mette in mostra un ottimo tiro da fuori, ma grosse lacune nella costruzione del gioco. A queste situazioni problematiche, alle quali coach Trinchieri proverà a trovare le necessarie contromisure, si è aggiunto lo strappo muscolare di Pietro Aradori, tiratore giovane ma già esperto ad alti livelli, il cui recupero sarà fondamentale per i brianzoli. Oltre naturalmente al lungo infortunio di Jerry Smith: un altro fattore di cui tenere conto per spiegare le difficoltà dell’ultimo periodo.

La grande favorita per lo scudetto, quell’EA7 Milano sprofondata nell’animo e in classifica dopo un inizio di campionato disastroso, continua nei suoi tentativi di ritrovare se stessa, centrando una vittoria importante sul campo di Montegranaro col punteggio di 76 a 82. Grande protagonista della serata un Langford incontenibile: i suoi 30 punti arrivano come meglio aggrada alla guardia texana. In entrata, in arresto, o da tre, Keith legge quello che gli succede davanti e punisce. Le altre note positive sono un ultimo quarto giocato finalmente ad altissima intensità e il contributo fondamentale di Rok Stipcevic (12 punti che hanno ribaltato la partita), trasformato in sole tre gare da brutto anatroccolo a cigno.

Tra le note negative della serata biancorossa resta la crisi tecnica e mentale di Omar Cook: il playmaker sfoggia ancora un’eccellente capacità di leggere il gioco e di passare la palla, ma la sua pericolosità in attacco è sempre poca e in difesa soffre la rapidità dei dirimpettai. Infine coach Scariolo, molto bravo a ridare voglia di vivere a un gruppo con encefalogramma piatto, dovrà certamente lavorare sulla continuità e sull’approccio alla gara: quell’ultimo devastante quarto sarà necessario estenderlo quanto più possibile già dalla prossima partita. Non sempre le rimonte vanno a buon fine.

Nelle altre gare, da segnalare la vittoria dell’ancora imbattuta Cimberio Varese, implacabile anche contro una Trenkwalder Reggio Emilia in ottima forma e reduce da 5 vittorie consecutive: sono stati Banks, Ere, il solito Dunston e il sorpendente De Nicolao a giustiziare gli ospiti in una gara condotta in controllo e chiusa nell’ultimo periodo. Ora i lombardi volano sempre più in alto a punteggio pieno, a coronamento di un avvio di stagione strepitoso e imprevedibile prima del via. Ma è tutto ampiamente meritato.

Risultati:

Scavolini Banca Marche PU – Juve Caserta 63 – 77
SAIE3 Bologna  – Acea Roma 85 – 79
Sidigas Avellino – Enel Brindisi 81 – 71
Sutor Montegranaro – EA7 Emporio Armani Milano 76 – 82
Banco di Sardegna Sassari – Vanoli Cremona 80 – 78
Cimberio Varese – Trenkwalder Reggio Emilia 91 – 78
Angelico Biella – Umana Venezia 68 – 59
chebolletta Cantù – Montepaschi Siena 54 – 67

Classifica:

Cimberio Varese 18 punti
Montepaschi Siena 14
Banco di Sardegna Sassari 14
chebolletta Cantù 12
Trenkwalder Reggio Emilia 10
SAIE3 Bologna 10
Acea Roma 10
EA7 Emporio Armani Milano 10
Enel Brindisi 8
Juve Caserta 8
Angelico Biella 6
Sidigas Avellino 6
Umana Venezia 6
Vanoli Cremona 4
Scavolini Banca Marche PU 4
Sutor Montegranaro 4

Daniele Leone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews