Barack Obama rassicura l’Occidente: “Distruggeremo l’Isis”

Putin-Obama (www.businessinsider.com)

Vladimir Putin e Barack Obama

Kuala Lumpur (Malesia) - Barack Obama non si ferma davanti alla minaccia dell’Isis e mostra il pugno di ferro. Durante la conferenza stampa dell’Asean, l’associazione delle Nazioni del sud-est asiatico, a Kuala Lumpur, il presidente americano ha dichiarato: «Distruggeremo l’Isis senza rinunciare ai nostri valori». L’obiettivo, secondo Obama, è non permettere all’ideologia del terrore di vincere, poiché non si parla di una guerra religiosa – ha spiegato l’inquilino della Casa Bianca – l’America è contraria a qualsiasi pregiudizio e qualsiasi discriminazione.  Non bisogna sottovalutare le minacce, però, spiega Obama, da quelle si può capire la rete terroristica e smantellarla.

IL TEMA SIRIANO – Grande tema è anche la Siria. Molte domande sono state poste a Barack Obama, soprattutto in merito all‘incontro con Valdimir Putin durante lo scorso G20. Il presidente Usa è convinto che «si tratta per la Russia di adattare la propria strategia alla nostra coalizione» e che sarà inevitabile, poi, allontanare Assad e il suo regime, ben sapendo che la Russia non sarà d’accordo. Secondo Obama, il problema riguardo Assad non è solo una questione di diritti umani, ma il fatto stesso di dare leggitimità ad un’istituzione che la maggior parte della popolazione non vuole.  L’obiettivo principale ora, prosegue Obama, è instaurare un progetto di transizione politica che possa riconoscere il diritto ad un nuovo governo e portare al cessate il fuoco.

LA RICERCA DEL DIALOGO – Il tema del governo siriano potrebbe essere un inizio per una nuova ricerca diplomatica. La ricerca di una nuova forma di governo allontana la paura di uno scontro e avvicina la speranza di un futuro pacifico. La voglia di instaurare un nuovo governo che vada bene anche ad altri paesi allontana l’ipotesi del caso e dell’anarchia nel paese siriano. Occorrerà una buona collaborazione con altri paesi, oltre alla Russia, come l’Arabia Saudita, l’Iran e la Turchia: dialogo non semplice, ma non impossibile.

Francesco Fario

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews