Carabiniere insulta due ragazze per un bacio: “Fate schifo”

ragazze bacio lesbico carabiniere insulti

Due ragazze sono state insultate da un carabiniere per un bacio sulle labbra

Roma – Due ragazze sono state insultate da un carabiniere davanti alla stazione ferroviaria di Acilia, vicino a Roma, per essersi scambiate un bacio sulle labbra. È accaduto la sera del 19 dicembre, ma solo in questo weekend la notizia ha avuto risalto, grazie all’azione di Imma Battaglia, presidente di Gay Project.

Secondo la ricostruzione dell’attivista, «la sera del 19 dicembre nel piazzale antistante la stazione di Acilia, una dona ha salutato la sua amica con un bacio sulle labbra, in un’area chiaramente visibile alle telecamere di sorveglianza. Un carabiniere in servizio, che si trovava dietro ai tornelli a una distanza di almeno centro metri, si è avvicinato alle due ragazze urlando loro di spostarsi, che era uno schifo e una vergogna». Il militare ha poi rifiutato di motivare il suo comportamento alle ragazze e, dopo le loro proteste, le ha fermate per una verifica dei documenti, giungendo anche a minacciare di denunciarle per atti osceni in luogo pubblico.
Le ragazze hanno così provato a sporgere denuncia alla caserma di Acilia, dove è stato però loro risposto che non erano tenuti a comunicare le generalità del carabiniere in servizio. La coppia ha così atteso il giorno successivo e, su suggerimento degli avvocati di Gay Project, hanno sporto denuncia presso un’altra caserma.

«La grave ignoranza omofobica di un solo agente rischia di screditare l’immagine di tanti colleghi impegnati ogni giorno nella pubblica sicurezza» ha dichiarato Imma Battaglia, per la quale «un bacio è un atto d’amore. A essere oscene in ogni luogo pubblico sono sempre e soltanto la violenza e la discriminazione».
La Battaglia ha anche proposto corsi di formazione per le forze dell’ordine, affinché non confondano i veri atti osceni con i semplici gesti d’affetto all’interno di una coppia: «l’attacco immotivato da parte di un agente in divisa si configura come un abuso di potere a sfondo omofobico», conclude lapidaria.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews