Autunno sul piccolo schermo: ecco le nuove serie tv in arrivo dall’America

the crazy ones serie tv - wac.450f.edgecastcdn.net

Tra le novità d’autunno c’è The Crazy Ones con Robin Williams e Sarah Michelle Gellar, la storica Buffy ( wac.450f.edgecastcdn.net)

Dopo un’estate fatta di repliche e ripescaggi di telefilm datati finiti persino nel dimenticatoio, come ormai di consuetudine subito dopo la fine dell’estate, le emittenti televisive americane hanno tirato fuori i loro assi nella manica. Nell’ultimo periodo infatti sono andate in onda quasi tutte le season premiere che per mesi sono state pubblicizzate fino allo sfinimento.

Si parte sempre con qualche anteprima degli ormai storici telefilm. Castle (stagione 6), How I met your mother (stagione 9), Criminal Minds (stagione 9), Grey’s Anatomy (stagione 10), Glee (stagione 5), The good wife (stagione 5),  Homeland (stagione 3) sono ripartiti tutti insieme nelle ultime due settimane e già infuriano polemiche, critiche, beatificazioni e santificazioni, ma nulla ha smosso l’attenzione e scaldato gli animi come la “puntatona” finale di Breaking bad andata in onda il 29 settembre su AMC. L’innovativo, pluripremiato personaggio di Walter White, interpretato da Bryan  Lee Cranston, ha chiuso definitivamente in cantina il set per produrre anfetamine e tutto il suo pubblico adesso è alla disperata ricerca di un nuovo guru. In fin dei conti accade così ogni  volta che un personaggio veramente interessante lascia il piccolo schermo, ci si sente abbandonati, senza direzione. Tra le ultime proposte dei vari network, per ora nulla sembra riuscito a colmarne il vuoto. Forse occorrerà attendere la tornata di aprile-giugno, ma per ora nulla pare aver colpito tanto l’attenzione dello spettatore.

Il 23 settembre è iniziato Hostage della CBS che vede Tony Collete nei panni di una dottoressa a cui viene rapita la famiglia: l’unico modo per riaverla è uccidere durante un intervento il presidente degli USA. In contemporanea NBC ha rilanciato con The blacklist, protagonista del quale è un fuggitivo – un quasi irriconoscibile James Spader - che si consegna spontaneamente all’FBI e promette di collaborare per incastrare una lunga lista (da qui il titolo) di criminali a piede libero. Nessuno dei due pare abbia rispettato le aspettative. Per andare un po’ più sul leggero, il 26 settembre su CBS c’è stata la premier della situation comedy The Crazy Ones - il titolo ricalca non a caso una storica pubblicità Apple – serie tv che vede il ritorno sul piccolo schermo di Robin Williams, insieme a Sara Michelle Gellar, nei panni del geniale quanto turbolento Simon Roberts, proprietario di un’azienda di pubblicità alle prese con le assurde richieste di potentissime multinazionali.  Le critiche non sono state delle migliori e la premier ha lasciato insoddisfatti molti telespettatori. Forse da Williams ci si aspettava di più o, come al solito, quando si tratta di volti già noti, qualche sorta di miracolo.

SHIELD cast - rookerville.com

La Abc ha lanciato di recente Marvel’s Ahents of SHIELD (rookerville.com)

Intanto su NBC è partito il Michael J. Fox show, la serie tv in cui l’attore recita la parte di un suo alter ego, Mike Henry, conduttore televisivo malato di Parkinson. Una sfida per M. J. Fox che ha cercato, senza essere però ripagato abbastanza dagli ascolti, di sensibilizzare e nello stesso tempo strappare un sorriso al popolo della tv americana. La malattia c’è ma la vita non è finita e può far ancora ridere” questo sembra volerci ricordare. La ABC invece ha scommesso sulla pubblicità indotta dal marchio Marvel e sull’esperienza di Joss Whedon presentando il 24 settembre Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.  e sembra aver fatto proprio bene visto il boom di ascolti – ben 12 milioni di telespettatori – per la serie che segue le vicende del corpo speciale capitanato dal’agente Phil Coulson. Pochi giorni dopo ha presentato inoltre Betrayal, che pare dovesse colpire l’attenzione di quella fetta di pubblico cui piace scavare nel torbido, tra voyeurismo, tradimenti, assassini e chi sa poi che altro. Il pubblico l’ha già bocciato.

Di sesso si parla con uno spirito un po’ più innovativo ed intellettuale, senza nudi integrali e omicidi di sottofondo, nella serie tv intitolata Masters of Sex di Showtime. Lo show indaga infatti, seriamente la rivoluzione sessuale e gli sviluppi medici e psicologici riguardo la sessualità, seguendo la storia dello studioso William Masters, un pioniere degli Anni Cinquanta e della sua collega psicologa Virginia Johnson. La premiere del 29 settembre, non a caso, è stata un successo di critica e pubblico. Questa sera intanto la Fox ha trasmesso il super pubblicizzato Sleepy Hollow, un telfilm sta capitalizzando la curiosità di molti e che probabilmente farà anche un prevedibile boom di ascolti. La domanda è spontanea: c’era bisogno dell’ennesima serie tv che riprende un classico e, stravolgendolo senza pietà, lo riporta al presente senza un vero giustificato motivo? Tra qualche puntata si potrà scoprire il verdetto.

Il fatto divertente – o meglio disarmante – è che per quando arriveranno in chiaro in Italia, tutte queste “bellissime” e nuove serie tv saranno in gran parte già vecchie e sorpassate per i veri appassionati che, si sa, non hanno mai atteso i tempi biblici italiani. Questo rimane il vero grande problema della televisione italiana, sempre un paio di chilometri indietro quando si tratta di telefilm.

Elisabetta Tirabassi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews