Autorizzata l’estradizione per Julian Assange

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange

Il giudice inglese Howard Riddle ha sentenziato che il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, va estradato in Svezia, “il posto giusto per verificare se Assange abbia commesso reati o meno”, dove deve essere appunto interrogato per reati sessuali su due donne, di cui è accusato. Nel frattempo Assange rimarrà libero su cauzione, con l’obbligo di indossare un braccialetto elettronico.

Le tesi degli avvocati difensori, Geoffrey Robertson e Mark Stephens, vertevano sull’ipotesi che il loro assistito non avrebbe potuto ricevere un processo giusto in Svezia, a cui dover aggiungere il rischio di una possibile estradizione verso gli Stati Uniti, dove il fondatore di Wikileaks è appunto indagato per la diffusione di documenti segreti della diplomazia americana.
Allo stato attuale delle cose però, negli USA è si avviata una indagine, ma non è stato formalizzato nessun atto di accusa ufficiale nei confronti di Assange, che tra l’altro come giornalista, sarebbe teoricamente protetto dal Primo Emendamento.

L’avvocato della difesa Geoffrey Robertson ha gia annunciato l’intenzione di procedere a presentare ricorso entro i sette giorni stabiliti dalla legge anglosassone, e ha presentato l’ipotesi di rivolgersi alla Corte Europea dei Diritti Umani, per la difesa del suo assistito.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews