Auto usate, un mercato in crescita anche grazie al Web

Più della metà del mercato automobilistico italiano si basa sulle vendite delle auto usate. Un dato in costante crescita che sottolinea non solo il grande dinamismo del settore ma, anche, come stiano cambiando le abitudini degli stessi automobilisti. Un trend che non può non essere ricollegato all’attuale crisi economica che spinge sempre più persone a rinunciare ad una vettura nuova di zecca per rivolgersi, invece, ad un usato che, soprattutto negli ultimi anni, usufruisce di maggiori garanzie.

Tre principalmente i motivi che convincono i consumatori a scegliere un’auto di seconda mano: i prezzi inferiori, la disponibilità immediata e la possibilità di guidare un modello di vettura che nuova forse non sarebbe abbordabile. In particolare, poi, è il marketplace online a godere di più di questa controtendenza.

LA SCELTA DELL’AUTO – Per comprare un’auto usata a Milano, Roma, Palermo o in qualsiasi altra città bisogna prima di tutto scegliere modello, colore, funzionalità, prendere in considerazione i consumi e, non ultimo, il prezzo. Ci sono, dunque, diversi aspetti da analizzare:

-          se si sceglie una utilitaria di piccola cilindrata, spesso destinata ad un uso cittadino, bisogna verificare soprattutto lo stato dello sterzo e della frizione;

-          le  familiari, destinate al trasporto di numerosi passeggeri e anche di merce, richiedono un’attenzione particolare nel verificare lo stato di conservazione degli interni, delle sospensioni e, ovviamente, del motore;

-          per le monovolume occhio soprattutto ai freni e alle sospensioni;

-       le berline, di classe medio alta, generalmente sono in buono stato perché curate con regolarità e scrupolo. Sono di norma dotate di tutti gli accessori e dispositivi per confort e sicurezza ma bisogna considerare le spese fisse (tassa di possesso e assicurazione) e la manutenzione onerosa.

CANALI D’ACQUISTO – Il mercato dell’usato è per lo più gestito da privati che, rivolgendosi prevalentemente a Internet e ai siti di annunci di auto usate, non hanno bisogno di intermediari come concessionarie ed altri operatori del settore. Con l’avvento della Rete trovare un’auto usata che soddisfi tutte le necessità dell’automobilista è molto più semplice e la ricerca più efficiente, permettendo la comparazione di modelli, prezzi e caratteristiche direttamente da casa o dal proprio smartphone.

Non sorprende, quindi, che nove potenziali clienti su dieci affermino che è Internet la fonte d’informazione più importante per l’acquisto di un’auto.  Secondo i dati raccolti da Duepuntozero Research (Gruppo Doxa) il 93% del campione ha dichiarato che i siti di compravendita stanno giocando un ruolo sempre più importante, sia come contenitori di informazioni ma anche come strumenti che facilitano il confronto diretto dell’offerta. Non è, dunque, solo la convenienza a spingere verso l’utilizzo delle nuove tecnologie, ma anche le maggiori garanzie e la crescente fiducia degli italiani nei confronti del web.

L’alternativa alla vendita tra privati è la concessionaria o l’autosalone. In questi casi se da una parte c’è una maggior sicurezza e garanzia del veicolo acquistato, dall’altra, però, aumentano i costi. Ancora di più con l’entrata in vigore della manovra finanziaria 2012-1014 che ha reso effettive le nuove disposizione relative all’Ipt, l’Imposta provinciale di trascrizione che si paga per iscrivere al Pubblico Registro Automobilistico un veicolo nuovo o per registrare il passaggio di proprietà. A questo si deve aggiungere anche il rincaro dell’Iva, la cui aliquota è aumentata all’1% passando al 21%. Le auto usate che transitano per questo canale vengono, infatti, rivendute con regime dell’Iva e fattura, cosa che non accade per i passaggi di proprietà delle vetture usate acquistate da un privato.

I DATI – L’estate appena trascorsa ha segnato un trend positivo per il mercato delle auto usate: un quadro statistico specchio della crisi dei consumi e dell’indebolimento dell’attività economica globale. Nel mese di agosto la Motorizzazione ha rilevato per 257.087 passaggi di proprietà, con un aumento del 12,25% rispetto allo scorso anno. Inoltre, se si amplia il discorso a tutto l’anno 2011, quello che emerge dalle ricerche condotte dall’Automobile Club Italia è che da gennaio ad agosto sono state vendute 152 auto usate su cento nuove, una proporzione alquanto interessante: una crescita pari del 4,2% con 3.041.823 vetture trasferite, rispetto alle 2.917.998 di un anno fa.

Valentina Gravina

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews