Attentato contro base italiana in Afghanistan

Attacco contro il PRT (Provicial Reconstruction Team) ad Herat. Al momento la situazione è ancora confusa e non sono molte le notizie sicure trapelate.Ancora imprecisato il numero delle vittime e dei feriti. Sembra siano dieci gli Italiani coinvolti. La notizia è stata anche confermato dal Ministero della Difesa, senza però rivelare particolari sullaccaduto.

L’attentato, rivendicato dai talebani, sembra essere stato effettuato da un numero imprecisato di  kamikaze (possibilmente tra i due ed i quattro),  che si sono fatti esplodere contro il centro dell’ISAF (Forza Internazionale di assistenza alla sicurezza). Sembra che attualmente siano ancora in corso sparatorie.

A rivendicare l’attentato contro la base gestita dalle forze italiane il capo dei Talebani, Qari Yousof Armadi. Si ricorda che da maggio i talebani stessi avevano annunciato una ripresa dell’offensiva contro le forza NATO in concomitanza con la ripresa della primavera.

L’attentato ha lasciato sorpresi molti osservatori, visto che la provincia di Herat è una di quelle da sempre considerata relativamente meno pericolosa, tanto da essere inclusa tra le prime che nel processo di transizione che passeranno, in futuro, dal comando NATO alle forze locali. Inoltre il PRT è uno di quelle strutture civili – militari che, presente dall’inizio del conflitto, si occupa prevalentemente di progetti di ricostruzione in favore della popolazione.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews