Attentato Boston: ritrovato su un tetto il coperchio di una pentola bomba

bombe boston

Il luogo dell'esplosione

Boston – Proseguono in queste ore le indagini per far luce sul grave episodio che nel pomeriggio di lunedì ha sconvolto l’intera cittadina di Boston. L’esplosione delle due bombe, al termine della maratona, ha causato tre vittime e numerosi feriti, alcuni dei quali si trovano ora in condizioni piuttosto critiche.

La Cnn intanto ha rivelato che è stato ritrovato su un tetto il coperchio di una delle due pentole a pressione, utilizzate come bombe per colpire la folla. Come verificato dagli inquirenti, entrambe le pentole erano state riempite con dei chiodi, frammenti e proiettili al fine di aumentare la portata di distruzione degli ordini innescati a distanza. Come riportato dall’emittente televisiva statunitense, uno dei coperchi è stato rinvenuto su uno degli edifici siti accanto al punto in cui era previsto il traguardo.

In America è tornato l’incubo sulla sicurezza e di possibili attentati terroristici. In queste ore le autorità continuano a ipotizzare intanto che l’episodio sia da catalogare come attentato, anche se finora a distanza di quasi due giorni, non c’è stata alcune rivendicazione di eventuali gruppi estremisti. Alcuni intanto ipotizzano possa trattarsi dell’iniziativa di un singolo, in quanto le stesse modalità operative sono state già utilizzate in passato, e tra l’altro costruite con materiale poco costoso e facilmente reperibile da chiunque.

Il ritrovamento del coperchio sul tetto porta poi alla luce dei nuovi interrogativi sui fatti di Boston. Proprio in cima a uno degli edifici della zona era stato immortalato un uomo, la cui presenza fin da subito era apparsa piuttosto sospetta: non si esclude infatti che questo individuo possa essere coinvolto in qualche misura nella vicenda. È di queste ore poi, la notizia che la terza vittima è una studentessa cinese che si trovava a Boston per un master in Matematica e Statistica. Uscita lunedì per assistere alla maratona in compagnia di un’amica, la manifestazione si è rivelata poi mortale per la giovane.

Angela Piras

Foto: tempi.it; ilmattino.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews