Attentati Boston, stop alla caccia all’uomo. Ecco l’identikit dei fratelli ceceni

bostonBoston – Fine della caccia all’uomo. Gli stati Uniti  tirano un sospiro di sollievo. Dzhokhar Tsarnaev, 19 anni, sospettato di essere uno dei due autori degli attentati alla maratona di Boston, è stato catturato. Gli americani scendono in piazza per plaudire al lavoro della polizia e molti giornali del paese oggi titolano «From fear to cheer».

Si nascondeva in una piccola imbarcazione parcheggiata nel retro di una villetta, a Watertown, cittadina blindata e battuta a tappeto dalla polizia. Qui, al termine di una lunga giornata di ricerche serrate, gli agenti hanno ritrovato il 19enne ceceno vivo ma gravemente ferito. Suo fratello maggiore Tamerlan – altro uomo sospettato di aver organizzato l’attentato alla maratona di Boston di lunedì scorso, costato la vita a tre persone – è invece morto la scorsa notte, durante uno scontro a fuoco con la polizia che aveva scovato i due fuggitivi.

Stando a quanto rende noto l’emittente americana Cnn, a tradire il giovane sarebbero state alcune macchie di sangue visibili sulla copertura chiara dell’imbarcazione. È stato un vicino di casa a notarle e, una volta alzata la cerata, si è trovato di fronte un corpo coperto di sangue. Così, il cittadino di Watertown ha immediatamente avvertito gli agenti che, in breve tempo, hanno circondato l’edificio e fatto evacuare gli inquilini.

Soddisfatto del risultato, il presidente Barack Obama ha subito elogiato pubblicamente il lavoro delle forze dell’ordine. Ma ha sottolineato come in tutta questa vicenda restino «molte domande senza risposta». A questo punto, gli inquirenti sono al lavoro per accertare se i due fratelli abbiano potuto contare su dei complici, negli Stati Uniti o all’estero.

Nel corso di tutta la giornata di ieri, mentre le forze dell’ordine erano impegnate nella ricerca serrata del sospettato, la popolazione di Boston aveva ricevuto l’ordine di restare serrata in casa. Dunque, i negozi e le scuole sono rimasti chiusi, i trasporti pubblici sono stati sospesi, così come il traffico aereo, e nessun treno ha circolato tra New York e Boston.

Ma chi sono i due fratelli ceceni sospettati di aver organizzato gli attentati di lunedì alla maratona di Boston? Il più grande, Tamerlan, ex studente di ingegneria, si era dato al pugilato e gestiva una pagina di Youtube a suo nome dove aveva postato diversi video nelle categorie “islam” e “terrorismo”. Il fratello minore, Dzhokhar, è iscritto a un’università della regione e pratica la lotta. Chi lo conosce, lo descrive come un ragazzo gradevole ma che vive con il  mito del fratello.boston

Uno loro zio, Ruslan Tsarni, ha raccontato che i due giovani erano arrivati nel 2003 come immigrati negli Stati Uniti e vivevano da anni a Cambridge, nella periferia di Boston. L’uomo ha inoltre ammesso di provare vergogna per il loro coinvolgimento negli attentati alla maratona. Il padre dei due ragazzi ha descritto i figli come «musulmani ferventi» dalla capitale del Daghestan, Makhachkala. Ma, Ramzan Kadyrov, il primo ministro della Cecenia – repubblica russa del Caucaso a maggioranza musulmana – ha evidenziato che i due giovani «non hanno vissuto in Cecenia. Sono cresciuti e hanno studiato negli Stati Uniti. Dunque – ha concluso – Bisogna trovare le radici del male in America».

I due fratelli ceceni Tsarnaev sono sospettati di aver piazzato gli ordigni artigianali che sono esplosi vicino alla linea del traguardo della maratona di Boston. Le bombe, esplose a dodici secondi di distanza l’una dall’altra, erano state posizionate in due pentole riempite di chiodi e biglie d’acciaio per provocare quanti più danni possibili.

Chiara Piselli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews