Artelibro 2012: il collezionismo librario

Locandina della nona edizione di Artelibro

BOLOGNA – Bibliofili di tutto il mondo, unitevi: si avvicina la tre giorni di Artelibro, l’appuntamento annuale con il libro d’arte. Dal 21 al 23 settembre, è Bologna a ospitare la nona edizione della kermesse, il cui tema è Il collezionismo librario: raccogliere è seminare. Il collezionismo viene analizzato come fenomeno vitale e necessario non solo nell’ambito privato, ma anche per la crescita del patrimonio culturale pubblico. I libri, infatti, nel loro formato più classico, quello cartaceo, vengono valorizzati poiché più idonei di quelli digitali, per l’apprendimento: questo uno dei messaggi che l’evento vorrebbe veicolare. Pochi giorni fa, è stato il prorettore per gli studenti dell’Ateneo di Bologna, Roberto Nicoletti, a far notare come al giorno d’oggi «gli studenti più impegnati, all’Università, tendono a studiare di più sul cartaceo che sui supporti elettronici, riservati spesso ai giovani meno impegnati». Magari, «è una questione di abitudine e le cose cambieranno nel futuro, ma per il momento va ancora cosi’». Allo stesso modo, l’assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti, confessa di provare un po’ di «inquietudine» al pensiero che il 17% delle scuole italiane avrà tutti i supporti in digitale.

Più di trenta sono gli spazi pubblici e privati coinvolti nell’evento che pone al centro di ogni attività il libro cartaceo tra musei, biblioteche e gallerie d’arte; più di cento gli artisti contemporanei; oltre 50mila, mediamente, i visitatori che accorrono ogni anno per seguire l’evento. Il programma della mostra-mercato, come di consueto, si divide in mostre, incontri professionali, presentazioni di libri e progetti, conferenze per il grande pubblico, laboratori e attività per ragazzi.

Il via ufficiale al festival avverà giovedì 20 settembre alle 17:30, con la lectio magistralis del giurista e bibliofilo Guido Rossi presso la Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio. Ma è Palazzo Re Enzo e del Podestà, luogo storicamente legato ad appuntamenti culturali, a ospitare l’intera manifestazione dalle ore 19 dello stesso giorno.

Festa per chi ama le rarità del mondo librario: editoria di pregio, volumi antichi, pubblicazioni a tiratura limitata, pezzi unici creati dagli artisti, editoria di nicchia e sperimentale, riviste specializzate. Una grande Libreria dell’Arte in Piazza Nettuno, aperta dall’8 al 23 settembre 2012, già ospita gli editori specificamente dedicati all’arte. E chi ama il libro d’arte ha l’imbarazzo della scelta relativamente alle mostre. Al Museo Internazionale e Biblioteca della Musica viene ospitata, dal 19 al 21 ottobre, la mostra 3 editori storici d’avanguardia: Sampietro, Geiger/Baobab, 3ViTre – Dalla sperimentazione grafica al suono: tre esperienze innovative che a partire dalla metà degli anni Sessanta hanno rivoluzionato il prodotto editoriale con contaminazioni tra disegno grafico e supporto sonoro. Nell’Aula Magna della Biblioteca Universitaria di Bologna, dal 13 settembre al 13 ottobre, viene allestita la mostra C_artelibro – Il principio delle pagine, progetto espositivo ed editoriale che coinvolge 50 artisti contemporanei invitati a inventare la prima pagina del loro libro ideale, reale o immaginario. Nella Sala dei Codici Miniati del Museo Civico Medievale vengono esposti, dal 21 settembre al 2 dicembre, otto preziosi corali benedettini riccamente miniati provenienti dal Monastero di San Sisto a Piacenza. Di interesse internazionale l’esposizione nel Lapidario del Museo: in occasione dell’edizione in fac-simile del libro Jazz pubblicato da Electa Mondadori – vengono esposte le tavole realizzate nel 1947 da Henry Matisse per il libro Jazz pubblicato nel 1947 dal raffinato editore parigino Tériade in tiratura limitata. Questo volume, esposto qui eccenzionalmente dal 21 settembre al 21 ottobre, appartiene alla Collezione Mingardi. Nella Piazza Coperta di Salaborsa, viene allestita la mostra del gigantesco libro&oggetto (un metro per settanta centimetri), composto da 55 tavole fonografiche, Nembrot di Enzo Minarelli (21-29 settembre). Infine, all’interno della stessa struttura di  Palazzo Re Enzo e del Podestà, altre interessanti esposizioni: nel Loggiato si può ammirare l’installazione di Lorenzo Perrone Il Mondo offeso; mentre nelle Sale Rubbiani Cutter, esposizione di libri d’artista di Cristian Chironi. L’installazione di Giovanni Bellavia Spes/Speranza, nella Cappella dei Carcerati, pone ancora il libro al centro delle riflessioni artistiche. Novità dell’anno è indubbiamente FRUIT. Focus on contemporary art, un’ampia indagine su progetti italiani e internazionali di editoria autoprodotta e sperimentale, condotta in collaborazione con Associazione Culturale Crudo,  e inserita all’interno di in una sezione della mostra mercato.

Immagine della scorsa edizione, stand in piazza Nettuno

Ad Artelibro saranno presenti oltre 40 realtà editoriali indipendenti, e il pubblico avrà la possibilità di scoprire e acquistare pubblicazioni di arte contemporanea rarissime e di pregio, generalmente conosciute solo nei circuiti underground e tra gli addetti ai lavori.

Per rendere note e approfondire le tematiche scottanti legate all’editoria agli intenditori e agli interessati, la manifestazione ospiterà diversi cicli di incontri. Grazie al ciclo Arte&Libro-Quattro incontri tra penna e pennello, verranno analizzati il rapporto tra libri e iconografia artistica, le grandi biblioteche d’Italia, gli aspetti più o meno ignoti del collezionismo librario, il rapporto tra arte, musica e letteratura.

Non mancheranno neppure convegni e tavole rotonde sulle problematiche più attuali dell’editoria d’arte, delle biblioteche e del mercato antiquario, grazie a importanti associazioni di settore. AIE-Associazione Italiana Editori si occuperà di aggiornare il quadro del mercato dell’editoria d’arte e delle sue trasformazioni negli ultimi 10 anni; IBC – Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari Regione Emilia-Romagna si focalizzerà su formazione, evoluzione e valorizzazione di importanti raccolte librarie della Regione. ALAI – Associazione Librai Antiquari propone una tavola rotonda presieduta da Umberto Eco dedicata all’esperienza di collezionisti.

Ma Artelibro vuole contribuire a rendere il settore librario accessibile anche ai giovani, per fargli amare quel che è uno dei maggiori mezzi di trasmissione della cultura: numerose saranno quindi le mostre, e i laboratori dedicati all’ideazione artistica del libro e riservati all’infanzia, all’adolescenza e agli studenti delle Accademie. Due i laboratori ospitati nel cortile di Palazzo Re Enzo, per ragazzi dagli 11 ai 14 anni: Ultralibro-Ricircolo creativo e La mappa immaginaria; interessante anche il progetto Attenti al vedo, nelle Sale Rubbiani di Palazzo Re, per bambini dai 6 agli 11 anni; infine il workshop dal titolo Agenti autonomi e sistemi multi agente.  Per concludere, a Palazzo Pepoli – Museo della Storia di Bologna, si terrà l’evento espositivo conclusivo della seconda edizione di Accademie Eventuali. Laboratorio per la giovane creatività, dedicato agli studenti delle Accademie italiane.

Numerosi gli sponsor che supportano questa manifestazione, tre cui la Regione, la Provincia e il Comune di Bologna: “Seguiamo questa iniziativa con interesse- commenta l’assessore comunale alla Cultura, Alberto Ronchi- e cerchiamo di usare la crisi come stimolo per valorizzare certe peculiarità e per riorganizzare alcuni servizi”.

Un approcio positivo verso la crisi, che punta a valorizzare il patrimonio che abbiamo tentando di investire su questo, approfittando della stasi dovuta alla crisi stessa.

Benedetta Rutigliano

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews