Arriva la partita, la processione di san Giovanni cede il passo

Processione per il Battista in concomitanza della partita, il parroco sceglie di rinviare: ma non tutti sono d'accordo

processione

Processione in Sicilia: rinviata per partita (resapubblica.it)

Il santo nel pallone: ecco il problema di queste ore, con la partita Italia – Uruguay, decisiva per le sorti della nazionale ai Mondiali di Brasile 2014, che coincide con san Giovanni battista, uno dei santi più amati – e venerati – dagli italiani. Così le processioni che popolano lo stivale devono affrontare la scelta tra cambiare data e orario o scontrarsi con il tifo.

CAMPOBELLO DI LICATA – Accade così che un parroco decida di annullare la processione per consentire ai fedeli di seguire la partita in tutta tranquillità, o forse per non doversi scontrare con il desiderio del tifo e, magari, vedere la fede pesantemente sconfitta nel derby. Succede a Campobello di Licata, in provincia di Agrigento, dove don Calogero Montana ha deciso di posticipare la processione per san Giovanni Battista, «sulla base di una possibile esigua partecipazione della gente», come riferisce strettoweb.com.

processione

La fede calcistica supera quella religiosa? (siciliafan.it)

FEDELI DEL DIO PALLONE – Se questa iniziativa potrebbe sembrare quantomeno strana, con il profano che prevale sul sacro, i fedeli locali non sembrano della stessa idea. Siciliainformazioni.com ha raccolto qualche parere locale e riporta l’opinione di un anziano cattolico siciliano: «se non rinviava, restava solo in chiesa». Qualcuno azzarda addirittura a sostenere cosa ne direbbe il Papa di questa scelta: e se Francesco è un grande tifoso dell’Argentina e parla sempre della fede come una scelta di gioia, accostare la Misericordia al rinvio della processione potrebbe essere un passo decisamente lungo.

IL PARROCO – «Mi è sembrata la cosa più logica del mondo – ha spiegato don Calogero Montana – Sarebbe stato impossibile dire messa in contemporanea con la partita. Allora, che le persone gioiscano della partita e poi anche del venire a messa. Purché vengano. Altrimenti che abbiamo rinviato a fare?». La processione, infatti, si svolgerà regolarmente a partire dalle 20.30, confidando di essere preceduta dai caroselli di gioia per il passaggio del turno e non dalle lacrime per una cocente eliminazione.

processione

A Imperia regolare la processione: la curia non cede (sanremonews.it)

IMPERIA – Il capoluogo di provincia ligure va controcorrente: la scelta dei sacerdoti è stata di invitare i fedeli a non disertare la processione, lasciando le case per pregare il santo e dimenticando per un poco il divertimento mondano del calcio. A Ospedaletti, paese poco lontano, la scelta è stata diametralmente opposta, invece: già da una settimana si sa che la processione non sarà oggi.
Quattro anni fa la curia imperiese assunse la medesima decisione: quel giorno si giocava Italia – Slovacchia e la nazionale azzurra, sconfitta, lasciò il Sudafrica.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews