Apple e gli iPhone low cost che non piacciono a Wall Street

smartphone apple

(Rack.1.mshdn.com)

Apple ha lanciato il suo nuovo Iphone, e per di più questa volta sono due: il 5c e il 5s. Saranno disponibili a partire dal prossimo 20 settembre negli States, mentre in Italia dovremo aspettare fino a dicembre.

La differenza fondamentale tra i due, oltre ad alcune caratteristiche tecniche, risiede nel costo: 649  euro per il modello di punta, il 5s, e 549 per l’altro, il 5c. Nel primo caso ci aggiriamo intorno al prezzo medio di lancio Apple, che dall’uscita del 3gs nel giugno 2009 rimane pressoché costante, per quanto riguarda il modello con 16gb di memoria. Mentre per il secondo caso, il 5c, il prezzo sarà inferiore, e questo dettaglio rappresenterebbe un’importante novità nella strategia commerciale del marchio americano. Che ha deciso, inoltre, di rimuovere dal mercato il vecchio modello, l’Iphone5.

Il motivo di questo insolito doppio lancio si ritroverebbe nel rischio per il mercato degli smartphone di fascia alta di giungere alla sua saturazione, secondo quanto espresso all’inizio dell’anno dagli analisti di Morgan Stanley. Perciò la scelta dell’azienda di Cupertino è stata quella di produrre, oltre al modello di punta, un altro cellulare che si rivolgesse alla fascia low cost, e che sostituirà il precedente Iphone 5. Il prezzo tuttavia non sarà ridotto di molto, ma solamente di 100 euro, e grazie al risparmio sul materiale, in policarbonato piuttosto che in alluminio.

Il vecchio modello infatti è già di suo un buon prodotto, e la sua permanenza sul mercato con il relativo abbassamento di prezzo avrebbe rischiato di “cannibalizzare” il mercato del nuovo arrivato, impedendogli di raggiungere risultati ottimali.

La notizia ha suscitato un certo fermento tra la critica, in quanto la Apple fino ad ora ha sempre prodotto device di lusso, collocabili nella fascia alta del mercato, e l’arrivo del nuovo ceo Tim Cook avrebbe introdotto forti mutamenti. Questi starebbero più che altro nel modo di ragionare dell’azienda, da sempre fedele alla forte identità del suo fondatore e guru Steve Jobs, che rivolgendosi ad una fascia di mercato inferiore rischierebbe di perdere parte del prestigio che le appartiene. L’esclusività di Apple rimane sempre forte grazie alle sue tecnologie, ma buona parte del settore è stata già da tempo invasa da produttori come Nokia, Microsoft e Samsung.

Per di più c’è da dire che le borse, che inizialmente furono loro stesse le prime a richiedere questo cambiamento di rotta, non hanno reagito troppo bene. Dopo appena poche ore dalla presentazione i titoli Apple sono scesi del 2,4%, a causa delle incertezze degli osservatori sul prezzo non abbastanza basso e della sua

tim cook apple

Tim Cook (Tuttoandroid.net)

possibilità di conquistare fette di mercato tra i paesi emergenti, in particolare quelli Asiatici. In oriente infatti le cifre arrivano a toccare anche quote molto più ridotte (si parla di prodotti anche di buon livello qualitativo ma che non superano di molto i 250/300 euro di prezzo per i modelli top di gamma), e marchi come la stessa Samsung, ma anche Lg, Zte e Huawei, di recente sembrano essere usciti alla ribalta conquistando più di metà della quota complessiva.

Tutto questo in seguito alle vicende che hanno interessato l’azienda di Silicon Valley in prima persona, accusata prima del tentativo di mettere in atto accordi illeciti nella distribuzione con l’obiettivo di eludere la concorrenza, ed in seguito di aver evaso le tasse nel proprio paese sfruttando controllate estere con sede in Irlanda, per una cifra complessiva che si aggirerebbe intorno ai 74 miliardi. Quindi l’impressione è che il colosso americano le abbia già provate un po’ tutte, per uscire da questo brutto momento.

In ogni caso spetta ai mercati reali la parola definitiva su come risponderanno a quest’ultimo lancio di prodotto. E le premesse per cui risulterà gradito, nonostante tutto, sembrano ancora esserci.

Francesco Gnagni

Foto || rack.1.mshcdn.com; tuttoandroid.net

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews