Anniversario Liberazione 25 aprile. Il programma del Museo di via Tasso

La copertina del libro di Avagliano presentato al Museo storico della Liberazione il 22 aprile alle 17

ROMA – Sempre più, quando si avvicinano ricorrenze dal valore politico, istituzionale e di memoria come la festa della Repubblica o quella del Tricolore,  può nascere la domanda sull’effettivo valore di un ricordo che – troppo spesso – si riduce ad una cerimonia, al taglio di un nastro, alla deposizione di una corona d’alloro in una giornata che rimane poi isolata, come ‘fuori dal tempo’, mentre sarebbe necessario dilatarne il significato sulla lunga distanza.

Forse con un po’ di questo spirito da longue durée si può leggere il fitto calendario di eventi che il Museo storico della Liberazione di Roma – per molti ‘semplicemente’ il Museo di via Tasso – ha in programma a partire da venerdì 20 aprile. Alcuni si svolgeranno proprio nella sede dell’istituzione, altri in luoghi ‘amici’ che come il Museo lavorano a servizio della ricerca e della conoscenza.

Il primo è l’Archivio di Stato (in Corso Rinascimento, 40), dove il giorno 20 dalle 9 alle 13 è previsto il convegno di studi Stato e Utopia in Roma Capitale. Questione sociale, arte, anarchia, promosso dall’Archivio stesso e dal Museo di via Tasso insieme alla Galleria nazionale d’arte moderna e al Comitato 1861-2011 per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Nella serata di venerdì 20, alle ore 18 presso  Garage Zero in via Treviri, il secondo appuntamento della settimana con Donne R-Esistenti, lancio del progetto europeo Female R-Existence: interventi di Maria Elide Taviani, del direttivo di via Tasso, e Lalla Di Cerbo (Madri per Roma città aperta) cui seguirà la presentazione di testimonianze di donne detenute a via Tasso e proiezione  del DVD Una lezione di Elvira che riprende Elvira Sabatini Paladini, già direttrice del Museo, con i ragazzi delle scuole.

Sabato 21 aprile, alle 17, appuntamento al Museo storico della Liberazione con  l’Orazione civile per la Resistenza di e con Daniele Biacchessi, racconto di diverse storie di ‘resistenza’ e di altrettanti uomini che, come partigiani, hanno vissuto la lotta e pagato con la vita il loro credo di libertà. Biacchessi – giornalista e scrittore, oltre che attore e regista dedito al teatro narrativo civile - ripercorrerà, evocando i luoghi che in tutta Italia sono stati teatro di orride torture e carneficine (le Fosse Ardeatine, Sant’Anna di Stazzema, Marzabotto, Fucecchio e naturalmente il carcere di Via Tasso a Roma), le vicende e le testimonianze di coloro che, con il coraggio delle scelte, sono andati contro un sistema oppressivo e lesivo delle libertà individuali. Per prenotarsi info@museoliberazione.it. Nella stessa sala conferenza domenica 22 aprile, alle 18, presentazione del libro di Mario Avagliano, Il partigiano Montezemolo. Storia del capo della resistenza militare nell’Italia occupata (Dalai Editore, 2012) con interventi di  Carlo Lizzani, Giuliano Manzari, Antonio Parisella.

Uno dei manifesti del Museo di via Tasso

Ancora un volume al centro dell’incontro (ad invito) di martedì 24 aprile alla Scuola superiore Polizia di Stato alle ore 10 – Piero Lungaro. Alle Fosse Ardeatine per la libertà e la democrazia (Coppola editore, 2011), di Andrea Castellano – mentre alle 12,30 saranno protagonisti i manifesti del Museo storico della Liberazione con l’inaugurazione della mostra Impressioni di guerra curata da Alessandra Olivieri e Antonio Parisella. All’apertura dell’esposizione, nei locali del Museo, interverrà anche Renata Polverini, Presidente della Regione Lazio.

Nel giorno dell’anniversario, mercoledì 25 aprile,  apertura continuata del Museo dalle 9,30 alle 19,30 e due momenti speciali, alle 11 e alle 17,30. In mattinata la  proizione di Roma occupata di Ansano Gianarelli, nel pomeriggio riproposizione della lettura della missiva di Dino Terracina, Non si poteva neanche morire con il priprio nome (per prenotarsi info@museoliberazione.it): questa seconda testimonianza, eccezionale per intensità e significato, è stata al centro di un recente incontro a via Tasso in occasione del ricordo del massacro delle Fosse Ardeatine: il successo ha spinto ad una replica per tutti coloro che l’avessero perduta e per saperne di più su questo documento storico l’invito è a leggere l’approfondimento di WakeUp dedicato all’evento.

Laura Dabbene

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews