Nel 2011 Roma avrà il suo “Euro-parco”?

TerramagicaRoma – Lo ha annunciato qualche giorno fa il sindaco Alemanno: nel 2011 nella capitale sorgerà un parco dei divertimenti, stile Disneyland Paris, con attrazioni per tutta la famiglia. Sarà situato nei pressi di Valmontone (vicino al grande shopping-outlet e ad un altro parco dedicato solo ai bambini e alla magia), grande circa 300 ettari e, secondo le aspettative, dovrebbe attrarre ogni anno 8 milioni di visitatori, di cui ben 5 milioni di stranieri.

Quello che verrà costruito sarà più grande parco divertimenti d’Europa, secondo solo ad Eurodisney Paris. Una cittadella per grandi e piccini, ma anche per “disoccupati” visto che, secondo le prime stime, il progetto porterà 2.000 posti di lavoro, tra occupazione diretta e indotto, in un territorio interessato da rilevanti crisi aziendali.

Un progetto al “top” quindi, il cui punto di forza sarà l’ambientazione a tema: tutte le attrazioni saranno costruite riproducendo nei minimi particolari monumenti e paesaggistica dell’Antica Roma. Un investimento di circa 300 milioni di euro che dovrebbe attirare nella Città Eterna tutti quei turisti che programmano le vacanze dando un peso maggiore al fattore “divertimento”. In questo caso, infatti, unirebbero l’utile al dilettevole perché “convinti”, magari, di imparare in questo modo la storia e le tradizioni del nostro Paese.

follo_740x334L`iniziativa arriva in un momento sicuramente opportuno dal punto di vista economico. Le aziende necessitano di progetti su cui investire, i dipendenti hanno bisogno di lavorare e il business dei parchi divertimenti è uno dei più floridi (come se mai prima d’ora si sentisse tanto il bisognoso di “svago”). Le perplessità però restano e qualche domanda è forse utile per cercare di comprendere una società che non trova più nulla di attrattivo nel vero Colosseo, nei Fori Imperiali o ancora nei numerosissimi musei a cielo aperto della Capitale. Un’eredità storico-culturale che tutto il mondo ci invidia da sempre.

Abbiamo davvero bisogno di questo parco, o bastava forse valorizzare diversamente il nostro ricchissimo patrimonio culturale? Speriamo solo che l’iniziativa abbia successo e che possa essere semplicemente un punto di partenza, un primo passo che permetta di passare dalla “finzione” alla vera realtà, assaporando ancora meglio quella magia che dura a Roma da più di 2000 anni.

Barbara D’Alessandro

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews