An evening with Steven Wilson. Domani la tappa romana

Attesa per la tappa romana del tour 2015 di Steven Wilson. Tutto pronto per domani alle ore 21:00 al Teatro Sistina

Steven Wilson (themetalist.net)

Steven Wilson (themetalist.net)

Lo seguiamo con ammirazione da tanti anni e ora non vediamo l’ora di gustare quello che si presenta come uno dei migliori spettacoli dal vivo dell’anno in corso. WakeUpNews, infatti, presenzierà alla tappa di romana – in programma domani 31 marzo 2015 – dell’acclamato tour di Steven Wilson, mente creatrice dei Porcupine Tree e di svariati altri progetti tra i quali sembra aver preso definitivamente piede questo suo prolungato excursus solista.

Steven Wilson, dunque, fa tappa in Italia con due date: questa sera è in programma la data milanese presso il Teatro Dal Verme, mentre domani sarà il turno di Roma tra le mura del Teatro Sistina. Entrambi gli spettacoli prevedono l’apertura del sipario alle ore 21:00.

Il palco del tour 2015 di Steven Wilson (stevenwilsonishere.tumblr.com)

Il palco del tour 2015 di Steven Wilson (stevenwilsonishere.tumblr.com)

AN EVENING WITH STEVEN WILSON – Con questa calorosa e invitante titolazione, Steven Wilson invita i suoi fan – come anche i semplici curiosi e appassionati di prog-rock fatto bene – a prendere posto ai piedi di un palcoscenico stracolmo di grandi musicisti che, al suo fianco, ospiteranno anche varie performance videoartistiche in proiezione parallela al procedimento di riproposizione live di quasi tutti i brani provenienti dal nuovo osannato album Hand.Cannot.Erase. Ci sarà modo, comunque, tanto di spaziare tra il già vasto repertorio solista di Wilson quanto – a detta del diretto interessato – di riarrangiare anche un paio di “cover” provenienti dal suo progetto storico (i Porcupine Tree, per l’appunto).

PEZZI DA NOVANTA – Il nuovo album di Steven Wilson, Hand.Cannot.Erase, uscito ad inizio marzo, sarà dunque riproposto in sede live da una schiera di artisti di primissima qualità. Quanto ai musicisti, al fianco di Wilson ci saranno pezzi da novanta tra cui Marco Minnemann (batteria; “finalista” nei provini per la ricerca del nuovo drummer per i Dream Theater), Guthrie Govan (chitarre; ex Asia ultimo periodo) o Nick Beggs (basso; di recente sul palco anche con Steve Hackett, ex chitarrista dei Genesis). I video che saranno proiettati alle loro spalle durante la performance live, invece, provengono da giovani registi di talento tra cui anche il libanese Youssef Nassar e il danese Lasse Hoile (collaboratore fisso di Wilson fin dai Porcupine Tree).

HAND.CANNOT.ERASE – Per quanto riguarda il disco, si tratta di un lavoro interessantissimo non solo dal punto di vista musicale. Sulla scia di un rock-progressive di stampo ’70 ma egregiamente rinsavito con sonorità moderne (caratteristica tipica anche di tanti altri progetti firmati da Wilson), siamo di fronte ad un concept album costruito sulle ceneri di una storia vera e sviluppato col pensiero rivolto a una percezione esistenziale universalmente riconoscibile e riscontrabile nella quotidianità attuale. In Hand.Cannot.Erase, dunque, Steven Wilson trae ispirazione dalla vicenda di Joyce Carol Vincent, una ragazza inglese trovata morta nel 2006 all’interno del suo appartamento a distanza di tre anni dal suo decesso. La donna, dopo essersi consapevolmente eclissata barricandosi tra le mura casalinghe, si era letteralmente sottratta alla vita sociale e non era più stata avvicinata né contattata da nessuno, familiari compresi.

La copertina del nuovo album di Steven Wilson "Hand.Cannot.Erase" (stevenwilsonhq.com )

La copertina del nuovo album di Steven Wilson “Hand.Cannot.Erase” (stevenwilsonhq.com )

ESSERE INVISIBILI – In merito ad un simile interesse narrativo, lo stesso Wilson, spiegando le ragioni che lo hanno condotto alla creazione dell’album, esprime il suo sempre solido e inamovibile punto di vista: «Nel pieno della città – spiega Wilson – questa ragazza decide di iniziare un processo di auto-cancellazione, di sparizione e di isolamento dal mondo esterno fino al punto da scomparire e non essere più considerata da nessuno. È una storia che parla di isolamento, una storia sul mondo moderno, sul vivere al centro di una città popolosa del ventunesimo secolo e su come sia estremamente facile, in un contesto del genere, essere invisibili».

Il fascino e l’obbligatoria nonché profondissima riflessione avviata (in realtà proseguita) da Wilson attraverso il suo disco non poteva non passare anche attraverso un vero e proprio progetto intermediale custodito nella creazione di videoclip ad hoc e di un intero blog (adeguatamente tradotto dai ragazzi del fan club ufficiale Coma Divine) lanciato online ormai da diversi mesi e riempito con la trascrizione delle impressioni diaristiche della protagonista. Tutti dati artistici che, dunque, confluiranno e si intersecheranno anche sul palcoscenico capitolino.

STEVEN WILSON

Roma, Teatro Sistina

31 Marzo 2015

Inizio concerto: ore 21.00

 

PREZZI

Poltronissime € 51,75

Poltrona € 40,25

Prima Galleria € 34.50

Seconda Galleria e Terza Galleria € 28.75

 

Inizio spettacolo: ore 21:00.

 

(Foto: prog.teamrock.com / stevenwilsonhq.com / themetalist.net / stevenwilsonishere.tumblr.com)

 

Stefano Gallone

@SteGallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews