Amministrative, il flop del Movimento 5 stelle e la delusione dei grillini

movimento 5 stelleIl grande successo ottenuto alle elezioni di febbraio sembra già un ricordo. I risultati di questa nuova tornata elettorale parlano chiaro: i consensi al Movimento 5 stelle sono già dimezzati nel giro di qualche mese e a Roma è sfumata la metà dei voti. Il grillino Marcello De Vito è infatti fermo al 12,44 %, così il ballottaggio avverrà tra Ignazio Marino – nettamente in vantaggio con il 42,61% dei voti –  e Gianni Alemanno che si è fermato al 30,28%.

Ma sembra che ad averla avuta vinta in queste amministrative sia soltanto l’astensionismo. Per i cittadini romani, questa volta, neanche il movimento dell’anti-politica ha saputo incarnarsi nell’alternativa ai vecchi partiti e rappresentare istanze e malumori del popolo. Anche nelle altre città capoluogo di provincia, il Movimento 5 Stelle è fuori da tutti i ballottaggi e i consensi sono dimezzati o ancora peggio. Ciò ha fatto montare la rabbia di molti militanti nuovamente delusi e sfiduciati anche da chi avrebbe dovuto rappresentare la via di fuga dalla classica politica.

«C’è stato un calo, ma non drammatico – commenta De Vito a spoglio concluso – Non è un risultato così negativo come viene detto». Poi aggiunge: «Il nostro dato va paragonato al 16,64% delle regionali di febbraio. In Consiglio faremo una bella opposizione. I partiti hanno fatto un grosso investimento economico e hanno intercettato i voti. I giornali hanno parlato poco di noi. Marchini col suo 10% ha tolto anche a noi».

Non la pensano allo stesso modo moltissimi cittadini. Ci sono elettori che attribuiscono la colpa del fallimento del Movimento 5 stelle ai media e alla cattiva comunicazione ma c’è anche una larga parte di militanti che punta il dito contro gli errori commessi dai vertici, primo fra tutti Beppe Grillo, virutalmente invitato  da molti elettori a un “mea culpa”.

Da parte sua Grillo dà la colpa all’elettorato: «Chi ha votato Pd o Pdl non ha fatto altro che condannare il Paese – afferma l’ex comico genovese – Il risultato delle elezioni comunali non è stato frutto di cittadini disinformati. Al contrario, il voto, in quanto comunale, vicino alla realtà quotidiana, è stato dato in piena coscienza. Non si tratta di italiani che hanno sbagliato per consuetudine o per dabbenaggine, ma di persone pienamente responsabili della loro scelta».

E sul web si è già scatenata una vera e propria discussione pubblica che cerca di indagare le cause del flop dei 5 stelle. Sul blog dell’ex comico genovese, per esempio, si contano già decine di commenti che invitano il leader del Movimento 5 stelle a riflettere sul risultato ottenuto e sul veloce crollo dei consensi.  C’è anche chi chiama in causa scelte e decisioni discutibili adottate dai vertici del movimento in questi primi mesi di Governo. Scrive un utente sul blog di Grillo: «Ci stanno spazzando via, se non reagisci perderai il consenso di tutti noi». E un altro: «Parlare semplicemente di sconfitta sarebbe meglio. Un po’ di autocritica fa bene a tutti»

Chiara Piselli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews