Allarme maltempo. Piemonte sommerso

ROMA – Il Piemonte è attualmente la regione maggiormente colpita dall’ondata di maltempo che ha invaso e continua a scaraventarsi sul territorio italiano. Estremo il rischio di esondazione per i corsi d’acqua, specialmente a Torino dove in serata il Po rischia di raggiungere i livelli massimi. Il sindaco Fassino ha già ordinato la chiusura delle scuole per la giornata di domani. Evacuato ad Alba un campo nomadi e circa 300 persone sono state portate via dalla zona di Alessandria. Crollato il ponte Albertenga in Val Pellice, struttura presidiata dagli uomini della Protezione Civile.

(Foto: corriereinformazione.it / mondonews24.com)

Non è affatto migliore la situazione di Napoli, dove un uomo è rimasto ucciso in seguito alla caduta di  un albero sulla sua automobile. L’incidente è avvenuto in zona Pozzuoli. Nelle prossime ore si prevede un ulteriore peggioramento del maltempo, mentre il comune di Napoli invita i cittadini a rintanarsi in casa, sia a piedi che in automobile, se non unicamente per motivi strettamente necessari. Un uomo di 74 anni, rimasto bloccato in automobile sulla bretella che collega Soccavo al Vomero, completamente allagata, è stato tratto in salvo dalla Polizia municipale del capoluogo campano.

Per quanto riguarda, invece, la Liguria, la notte è trascorsa in maniera tranquilla a Genova, con pioggia diffusa ma non eccessivamente intensa. Non si temono, almeno per il momento frane o esondazioni di corsi d’acqua. San Gimignano e Begato sono attualmente prive di acqua potabile, mentre l’Enel è intervenuta per ripristinare la corrente elettrica in via Bonacchi, disagio creato dall’apertura di due voragini. Nella zona del centro, gli interventi sono terminati ieri, mentre è in via di definizione e organizzazione il lavoro dei volontari. I municipi funzionano come centri di raccolta: si cercano volontari maggiorenni, muniti di documenti di identità, abbigliamento adeguato (soprattutto stivali) e pala.

Questa mattina, la statale 226 ha visto crollare una frana all’interno della provincia di Genova. Nessun ferito, fortunatamente, ma interrotta la fornitura di gas e acqua potabile. Pioggia diffusa ma senza danni nel savonese e nello spezzino. Nel savonese, ieri è straripato il fiume Bormida. Vigili del fuoco impegnati con cavi elettrici bruciati e alberi pericolanti. Nello spezzino sono ancora in corso, intanto, le operazioni di rimozione di fango e detriti nei comuni maggiormente colpiti dalla terrificante alluvione dello scorso 25 ottobre. Tra vigili del fuoco, polizia, volontari, protezione civile ed esercito, sono al lavoro oltre un migliaio di persone.

Acqua alta a Venezia, dove la punta massima di marea, quest’oggi, ha toccato i 100 cm. In Emilia Romagna il Po ha superato i primo livello di riferimento (5 metri) nella zona di Piacenza. Anche la Sardegna è sotto pioggia incessante da ieri pomeriggio e le previsioni segnalano cielo nuvoloso o molto nuvoloso con precipitazioni a carattere temporalesco o di rovescio, particolarmente intense sul versante sud-occidentale. Temperature in sensibile diminuzione.

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews