Al via la mostra Never Judge A Book By Its Cover

Guido Scarabottolo per Nik Horby, Sono tutte storie, Ugo Guanda Editore (www.effeartegallery.com)

Guido Scarabottolo per Nik Horby, Sono tutte storie, Ugo Guanda Editore (www.effeartegallery.com)

Milano – La galleria milanese Effearte inaugurerà, giovedì 21 novembre, la mostra Never Judge A Book By Its Cover. Si tratta di una rassegna collettiva il cui nucleo tematico è il settore dell’illustrazione e dell’editoria e, in particolare, si concentrerà sulle immagini di alcune copertine di libri scelte da un team di professionisti del settore. Obiettivo della mostra, creare una prospettiva d’insieme sugli illustratori italiani più significativi che con il loro talento e la loro arte, incentivano, attraverso la creazione di copertine, il mondo dell’editoria. Alice Beniero, Andrea Cavallini, Guido Scarabottolo, Shout, Maurizio Ceccato, Olimpia Zagnoli, Emiliano Ponzi, Gaia Stella, Atelier Vostok, Aldo Cosomati, Riccardo Vecchio, Chris Martin, Lorenzo Lanzi sono tutti artisti con percorsi, provenienze e tecniche diverse. Alcuni di loro godono di fama internazionale, altri sono molto noti all’estero, ma tutti hanno un punto in comune: non sono riconosciuti come dovrebbero in Italia. In totale, verranno esposte ventiquattro opere, ognuna delle quali sarà affiancata da una copia originale del libro da cui è tratta la copertina.

LA BOOK COVER – Quello delle copertine dei libri è un mondo vasto: affermatasi nel corso dell’Ottocento con funzione esclusivamente protettiva e di presentazione, nel corso del Novecento la copertina ha assunto una funzione promozionale predominante. Da allora, è diventata uno strumento fondamentale per le logiche del mercato editoriale: colorata, stilizzata, scarna, la copertina ‘veste’ il libro, è letteralmente il mezzo che deve persuadere il lettore all’acquisto, che lo deve catturare e sedurre. Guardando la copertina di un libro, infatti, il potenziale acquirente ne elabora mentalmente un giudizio immediato. Un esempio eccellente di marketing editoriale è stato sviluppato dalla casa editrice Garzanti con la proposta di differenti copertine per uno stesso testo: si tratta del romanzo Il linguaggio segreto dei fiori, di Vanessa Diffenbaugh, per il quale sono state offerte al pubblico ben quattro copertine, ognuna rappresentante una specie particolare di fiore (rosa, gerbera, camomilla, bougainvillea che rappresentano rispettivamente la grazia, l’allegria, la forza nelle avversità e la passione). Una originalissima strategia di marketing per evidenziare il messaggio del libro, ovvero il significato dei fiori.

IL FUTURO DELLA COPERTINA – I punti da non sottovalutare per i libri cartacei sono principalmente due: la grafica e il formato. Per i libri digitali,

illustrazione di Chris Martin, Holy Bible (www.effeartegallery.com)

illustrazione di Chris Martin, Holy Bible (www.effeartegallery.com)

la cosa si complica: il formato scompare completamente e la grafica diventa, invece, fondamentale. La digital cover, quindi, deve catturare istantaneamente l’attenzione attraverso uno stile riconoscibile. Il futuro della copertina digitale, probabilmente, evolverà insieme alle necessità che la rete e i dispositivi mobili che si usano per leggere imporranno: magari si trasformeranno in video multimediali che descriveranno il testo scritto oppure verranno costruite interamente dal pubblico, come è successo per Romanzo Collettivo, l’esperimento narrativo lanciato da «La Stampa» e il suo supplemento culturale «TuttoLibri» la scorsa estate: il progetto consiste nella realizzazione di un libro vero e proprio sulla base di lavori inviati da potenziali utenti- scrittori. La stessa cosa è accaduta per la copertina: sono state proposte sulla pagina Facebook della testata diverse copertine digitali e il pubblico ha votato la sua preferita attraverso il pulsante del Like. L’eBook, di nove capitoli, verrà pubblicato il 31 gennaio 2014.

BOOKCITY MILANO – Effearte inaugura la mostra Never Judge A Book By Its Cover in contemporanea con l’apertura della seconda edizione di BookCity Milano, una iniziativa che coinvolge il sistema editoriale italiano dove il libro e la cultura s’ incontrano con la città, che si svolgerà dal 21 al 24 novembre. La manifestazione si sviluppa in tre giorni (più uno dedicato alle scuole), durante i quali vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura a partire da libri antichi e appena pubblicati, dalle raccolte e biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo. Tra i protagonisti che parteciperanno alla manifestazione: Luis Sepulveda,

Lorenzo Lanzi per Felice Cimatti, Senza Colpa, Marcos Y Marcos (www.effeartegallery.com)

Lorenzo Lanzi per Felice Cimatti, Senza Colpa, Marcos Y Marcos (www.effeartegallery.com)

Dacia Maraini, Daria Bignardi, Sveva Casati Modignani, Silvia Avallone, Walter Siti, Michela Murgia e molti altri ancora. Queste le parole dell’assessore milanese alla Cultura, Filippo Del Corno, alla conferenza stampa di presentazione dell’evento:

«La prima edizione di BookCity  ha confermato il ruolo della nostra città quale capitale nazionale dell’editoria, ha portato alla luce la grande passione dei milanesi per i libri e la lettura e ha conquistato un successo che ha avuto echi in tutta Italia. Con questa seconda edizione vogliamo radicare ancora di più nel DNA di Milano la vocazione alla lettura e valorizzare la sua capacità artistica e imprenditoriale di rinnovarsi, creando e proponendo paradigmi per un nuovo modo di ‘fare cultura’ nel nostro Paese. Anche questa edizione ha il suo cuore nel Castello Sforzesco, che proprio per l’occasione esporrà uno dei suoi tesori più preziosi: il Codice Trivulziano, manoscritto di Leonardo da Vinci, visibile per i tre giorni di BookCity Milano in Sala del Tesoro. Tuttavia, quest’anno il programma si ramifica ancora di più in città, diffondendosi in maniera virale in tanti spazi pubblici e privati e allungandosi fino alla Rotonda di via Besana lungo una ideale ‘Via della Lettura’ che coinvolgerà nuovi spazi e offrirà nuove proposte».

In occasione del BookCity Milano la galleria Effearte sarà aperta tutta la giornata di sabato 23 novembre. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

Mariangela Campo

Foto: www.effeartegallery.com. Foto homepage: a sinistra illustrazione di Andrea Cavallini per il libro di Giuseppe Catozzella, Alveare, Rizzoli Editore. A destra illustrazione di Andrea Cavallini per il libro di Eraldo Affinati, Berlin, Rizzoli Editore.

Never Judge A Book By Its Cover

A cura di Michelle Rho

Galleria Effearte, Via Ausonio 1A/ Via E. De Amicis 47, Milano

Orari: Lun. – Ven. 10.00 – 13.00/14.00 – 19.00. Sab. su appuntamento

Apertura straordinaria sabato 23 novembre dalle ore 11.00 alle ore 19.00

Durata mostra: 22 novembre 2013 – 31 gennaio 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews