Al via, a Roma, Passaggi nella città prigioniera

Roma occupata dai nazisti

Roma occupata dai nazisti

Roma – Verrà inaugurata oggi, mercoledì 16 gennaio, alle 18.30 presso la Sala Santa Rita, e resterà visibile fino al 28 febbraio 2014, Passaggi nella città prigioniera, la mostra che ha lo scopo di illustrare uno dei periodi più tragici per la storia della nostra capitale: l’occupazione nazista che ebbe luogo a partire dal 1943.

LO SCOPO DELLA MOSTRA – Durante la mostra sarà presentato, attraverso un apparato documentario curato scientificamente da Antonio Parisella e graficamente da Martina Donati, il periodo storico che va dal settembre 1943 al giugno 1944, durante il quale Roma si trovava in mano ai nazisti. Furono anni di bombardamenti, rastrellamenti e stragi, come quella compiuta presso le Fosse Ardeatine, che verranno presentati anche attraverso la proiezione dei video realizzati dall’artista visivo Jacopo Benci: Passaggi – Durchgänge, del 2011 dedicato al luogo di detenzione sito in via Tasso, e Nella città prigioniera, del 2014 che ripercorre invece quanto accadde fra il bombardamento del 19 luglio 1943 e la liberazione di Roma il 4 giugno 1944. Punto di vista d’eccezione in quest’opera è quello del regista Francesco Maselli, all’epoca un giovane studente del Liceo Tasso, che partecipò attivamente alla resistenza nell’Unione Studenti Italiani.

IL NOME – Il titolo della mostra è frutto di un preciso tentativo di richiamo a un dettaglio storico colto da Rossellini già nel 1945, con il suo film Roma città aperta. Il punto di resistenza in una città controllata dai tedeschi attraverso macchine fotografiche, carte topografiche e lenti d’ingrandimento, erano i passaggi segreti, o comunque difficili da percorrere, come sotterranei, tetti, soffitte e cantine. Quelle le uniche vie di spostamento che permettevano di superare controlli e assedi.cartolina_ok_fronte

IL PROGETTO - La mostra, promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale, e realizzata in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, si inserisce nel più ampio progetto che prende il nome di carcerAzioni – Prigionie dei nostri tempi. Tale progetto prevede a partire da dicembre 2013 a aprile 2014 una serie di mostre, incontri, letture, proiezioni e laboratori dedicati a indagare il concetto di prigionia nel passato e nel presente: dalla prigionia nelle carceri alla scelta di isolarsi dal mondo, dall’impedimento fisico al disagio esistenziale. In concomitanza con Passaggi nella città prigioniera, avranno luogo tre eventi collaterali alla mostra. Il primo dei quali sarà una doppia proiezione del documentario Via Tasso 145. Da Carcere a Museo, che avrà luogo il 19 gennaio proprio presso il Museo Storico della Liberazione di Via Tasso. Si proseguirà poi il 25 gennaio 2014 presso la Sala Santa Rita. Durante questo appuntamento saranno eseguiti canti dalle musiche di Terezin e letture di Evelina Meghnagi. Stessa location anche l’11 febbraio con Memorie, Roma: luoghi, corpi, storie con Jacopo Benci, Martina Donati e Antonio Parisella. Modera Roberta Perfetti.

GLI ARTISTI – Ad aver gestito l’intero apparato di documenti che sarà visibile presso la Sala Santa Rita è stato Antonio Parisella, già docente di storia contemporanea e storia dei movimenti e partiti politici nella Facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli studi di Parma, è Presidente del Museo storico della Liberazione di Roma. Aiuto fondamentale per la realizzazione del percorso è stato quello di Martina Donati, pittrice ed incisore diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Roma.

 Chiara Zanchetta

@ZanchettaC

Foto via  youthunitedpress.com; comune.roma.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews