Al Pacino prepara il grande ritorno

L’ultimo ricordo che conserviamo di lui non è proprio splendido: risale a Sfida senza regole, poliziesco in cui affianca l’eterno amico Robert De Niro per un presunto revival di Heat, dagli esiti alquanto disastrosi. Da allora sono passati tre anni. Trentasei mesi in cui Al Pacino non si è concesso pause. La quasi assoluta assenza dai set ha avuto come principale motivo la gestazione del suo terzo lavoro da regista, Wilde Salome.

 

Si tratta di un documentario orientato su più fronti: l’omonima opera, il suo autore Oscar Wilde, lo stesso Pacino. Il film verrà presentato il 4 settembre al Festival di Venezia, in anteprima mondiale. Nell’occasione, l’interprete del Padrino riceverà il premio Glory to the Filmmaker, istituito pochi anni or sono e già assegnato a Takeshi Kitano, Abbas Kiarostami, Agnès Varda, Sylvester Stallone e Mani Ratnam.

 

Una volta ricevuto il meritato alloro, Pacino tornerà a recitare a pieno ritmo. I film per cui ha sottoscritto la propria partecipazione garantiranno una perpetua presenza sugli schermi a partire dall’anno prossimo: in quel momento potrebbe cominciare la sua seconda giovinezza.

 

In King Lear, di Michael Radford, l’attore vestirà i panni del protagonista; un ruolo che finora non aveva mai ricoperto né al cinema né a teatro. Seconda collaborazione fra i due cineasti, nuovo adattamento da Shakespeare dopo Il mercante di Venezia. La sceneggiatura è pronta, riprese al via entro fine anno.

 

L’altro regista che Pacino ritroverà a breve sarà James Foley. Dopo Americani e Un giorno da ricordare, i due lavoreranno assieme per Mary Mother of Christ, ricognizione storica sulla figura della Vergine. Nel cast spicca Peter O’Toole.

 

Tanta curiosità anche attorno al biopic Hands of Stone. Sarà scritto e diretto da Jonathan Jakubowicz, cineasta noto solamente in patria, il Venezuela; il maggior incasso di tutti i tempi del paese sudamericano appartiene infatti ad un suo film, Secuestro express (2005).

 

Hands of Stone ripercorrerà le gesta del pugile Roberto Durán, cinque volte campione del mondo in quattro categorie differenti. Per impersonarlo è stato scelto Gael García Bernal; Pacino interpreterà Ray Arcel, allenatore di numerose leggende della boxe.

 

Dopo un lungo travaglio di smentite e ripensamenti, il gangster movie Gotti ha trovato gli uomini giusti per i ruoli giusti, sia dietro che davanti alla cinepresa. Pacino affiancherà Joe Pesci, Lindsay Lohan e l’intera famiglia Travolta: John nel ruolo protagonista, la consorte Kelly Preston e la figlia Ella Bleu.

 

Il film ripercorre le gesta del boss mafioso John Gotti, già ispiratore di numerosi personaggi cinetelevisivi. Regia affidata a Barry Levinson.

Proprio con quest’ultimo, Pacino ha girato l’anno scorso You Don’t Know Jack, un tv movie per la HBO che ha riscontrato grande successo (15 nomination agli Emmy) e da tempo circola anche nelle reti a pagamento europee.

 

Il ben avviato sodalizio con Levinson dovrebbe proseguire ulteriormente con The Humbling, tratto dal romanzo di Philip Roth. Il film è stato annunciato poche settimane fa e la sua lavorazione potrebbe scavalcare nella lista priorità proprio Gotti, causa alcuni ritocchi di sceneggiatura a quest’ultimo voluti dal regista.

 

Infine, The Irishman. Ancora Robert De Niro, nuovamente Joe Pesci, più Harvey Keitel. Dirige Martin Scorsese. Un utopico tuffo nei gloriosi 70′s hollywoodiani con il team del regista italoamericano non solo radunato, ma perfino arricchito dell’impagabile presenza di Pacino. Si tratterebbe della prima collaborazione in assoluto fra i due cineasti.

 

Un sodalizio rimandato da tempo immemore potrebbe dunque concretizzarsi a breve: manca il comunicato definitivo, ma le dichiarazioni dei diretti interessati hanno più volte confermato che il film è in procinto di decollo. Il giorno dell’annuncio ufficiale sarà festa per molti.

Mathias Falcone

Foto| via www.imstars.aufeminin.com, www.gala.fr

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews