Afghanistan: torna in Italia la salma di Roberto Marchini

 

Il parà Roberto Marchini (haisentito.it)

Roma – Atterrerà in questi minuti nell’aeroporto romano di Fiumicino la salma di Roberto Marchini, il parà morto in Afghanistan a seguito dello scoppio di una bomba mentre stava conducendo una missione di ricognizione.

Ad accoglierlo i familiari, che attraverso la voce del sindaco della loro città, Caprarola, non risparmiano frasi di riconoscenza per quanti li hanno sostenuti negli ultimi giorni: “Ringraziamo tutti i nostri cittadini e tutti gli italiani per il grande affetto e la vicinanza che ci hanno dimostrato”. Queste le parole dei genitori e della sorella di Roberto, che potranno rivedere il caporalmaggiore, prima dell’ultimo saluto, in mattinata.

L’arrivo dell’aereo che trasporta il feretro è previsto per le 10.00 circa. Dunque, la salma sarà trasferita al Policlinico militare Celio di Roma, dove verrà allestita la camera ardente, aperta a partire dalle ore 16.00. Infine, nel tardo pomeriggio, i funerali presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli.

Roberto Marchini sarà tributato con delle esequie solenni, alle quali tuttavia la famiglia ha voluto affiancare un rito funebre privato che si svolgerà domani a Caprarola, in provincia di Viterbo. Il programma è stato comunicato attraverso una nota dello Stato maggiore della Difesa e confermato dal ministro Ignazio La Russa.

E proprio La Russa coglie l’occasione per placare le polemiche scatenate dall’ennesima morte di un soldato italiano in quelle che, ormai, gran parte dell’opinione pubblica, reputa delle missioni “inutili”. ”L’obiettivo – ha spiegato il ministro – è quello di arrivare nel 2014 a zero uomini in prima linea”. La Russa tuttavia ci tiene a precisare: “Non abbandoneremo l’Afghanistan. Immaginiamo solo una presenza in chiave di supporto, assistenza e addestramento”.

Secondo il ministro, l’Italia non può quindi permettersi di abbandonare del tutto i propri impegni internazionali ma, semmai, di rivederli anche alla luce dei loro costi assai onerosi. Segue dunque questa linea il recente decreto sul rifinanziamento delle missioni.

Redazione

Foto homepage via: dazebaonews.it

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews