Addio orso Knut. La star dello zoo di Berlino è morta per amore

BERLINO – Il corpo dell’orso polare Knut, poco meno di 5 anni di età, è stato rinvenuto senza vita nel laghetto del suo spazio attrezzato allo zoo di Berlino. Il responsabile degli orsi dello zoo, Heiner Kloes, ha dichiarato che tutti i dipendenti sono in stato di choc, per una morte improvvisa e al momento inspiegabile. Per chiarire la causa della morte di Knut sarà necessario procedere ad un’autopsia.

I primi passi di Knut (lastampa.it)

La stampa tedesca ha ipotizzato che Knut sia morto di crepacuore dopo che, nell’estate 2010, i responsabili dello zoo avevano deciso di separarlo dalla compagna Gianna, un’orsa italiana che aveva condiviso diversi mesi in cattività con lui dopo la nascita. A rimpiazzare Gianna erano arrivate Nancy e Katjuscia, ma soprattutto la madre Tosca, che aveva partorito e abbandonato sia Knut che il gemello, che era però morto 4 giorni dopo la nascita, il 9 dicembre 2006.

Knut, dopo il rifiuto della madre di tenerlo con sé, era stato letteralmente allevato dal guardiano dello zoo Thomas Dorflein, che si prese cura del piccolo orso polare nutrendolo con il biberon e portandolo a dormire nel proprio letto per più di due mesi. Dopo 15 settimane Knut dimostrò di aver superato l’abbandono materno e, non appena fu in grado di camminare sulle proprie zampe, fu presentato ufficialmente al pubblico e adottato come mascotte dello zoo da stampa e tv. L’esponenziale incremento delle visite e i gadget dedicati a Knut hanno rimpinguato le casse dello zoo di Berlino: nel 2007 il piccolo orso polare finì addirittura sulla copertina del mensile Vanity Fair.

In Germania le polemiche per la scomparsa di Knut sono caldissime: sembra che le nuove compagne di recinto di Knut fossero aggressive e non avessero accettato di buon grado la presenza dell’orso-superstar. L’ultima dichiarazione del direttore dello zoo berlinese, Bernhard Blaszkiewitz, risale agli inizi di marzo: «Nessuna nuova compagna per Knut, che si trova a perfetto agio con le altre tre orse del recinto». In realtà, secondo i tabloid tedeschi, soprattutto Katjuscia lo aggrediva di frequente e l’orso aveva rimediato diversi morsi al collo.

Francesco Guarino

Foto homepage: luogocomune.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews