150 anni di Salgari, pirata della letteratura

Dopo averne celebrato l’anno scorso i cento anni dalla morte (25 aprile 1911), si ricordano quest’anno i 150 anni dalla nascita di Emilio Salgari (21 agosto 1862). Uno scrittore che appartiene alla memoria letteraria della maggior parte di noi, spesso soprattutto nell’infanzia e nell’adolescenza, e considerato il “Verne italiano”, questo scrittore veneto è noto prima di ogni altra cosa per essere il padre del celeberrimo Sandokan e poi, nella stessa vena d’avventura, per il ciclo dei pirati della Malesia e dei corsari delle Antille.

La sua produzione in realtà è ben più vasta, contando oltre ottanta opere e arrivando a più di duecento se si tengono presenti anche i racconti; i suoi personaggi sono avvincenti e delineati con molta cura, così come le vicende inserite in scenari sempre così ricchi e in contesti storici così precisi da costituire per molti ragazzi anche una sorta di viaggio enciclopedico.

Una certa critica snob, unita alle preoccupazioni che lo affliggevano, tra cui la malattia della moglie, lo avevano però fatto sprofondare in uno stato depressivo e infine portato al suicidio; anche il ritmo frenetico a cui gli editori lo sottoponevano per sfruttare al meglio la sua creatività – «La professione dello scrittore – confidava Salgari in alcune lettere all’amico pittore Gamba – dovrebbe essere piena di soddisfazioni morali e materiali» – gli aveva tolto quella vitalità di cui aveva riempito le sue opere.

Da qualche anno però la critica è tornata a rivalutarlo, anche grazie al lavoro di studiosi come il veronese Claudio Gallo – tra i collaboratori del Premio letterario che si tiene ogni anno in Valpolicella, e a fianco degli organizzatori degli eventi per l’anniversario – sta portando avanti da diverso tempo. Questo ha anche presentato una biografia del romanziere, scritta a quattro mani insieme a Giuseppe Bonomi e pubblicata da Bur Rizzoli. Lo scorso anno inoltre si è svolto a Padova un importante convegno dal titolo La tigre è arrivata – Emilio Salgari a 100 anni dalla sua scomparsa, durante il quale si è fatto il punto sugli studi salgariani, con lo sguardo rivolto alla ricca produzione di Salgari e alle illustrazioni che l’hanno corredata, presentando aspetti particolari della relativa indagine critica e offrendo le più recenti ricostruzioni biobibliografiche dell’autore veronese.

Scrivere per divertire, raccontare storie, far sognare. La letteratura può forse avere scopo migliore?

A integrazione dei numerosi eventi organizzati lo scorso anno in concomitanza con i cento anni dalla morte e delle numerose iniziative e manifestazioni – molte delle quali dedicate alle scuole e che si sono svolte nella primavera dell’anno scolastico appena terminato – si segnalano qui alcuni altri appuntamenti:

- Verona – Martedì 21 agosto – ore 21.15: “Calici Salgariani”: In occasione dei 150 anni dalla nascita di Emilio Salgari. Suonano Gianfranco Grisi (cristallarmonico), Elvio Salvetti (chitarra), Andrea de Manincor e Sabrina Modenini (voci narranti). Musiche di Mozart, Bach, Codici di Santiago de Compostela, Temi della tradizione ebraica, intercalate da letture di brani salgariani;

- Il Premio Biennale “Emilio Salgari”, giunto alla 4^ edizione proprio nell’anno del 150° anniversario della nascita del celebre scrittore veronese, intende valorizzare la produzione e la figura del noto autore attraverso una rivisitazione, in chiave moderna, della letteratura avventurosa italiana di cui egli è stato padre e illustre ispiratore. Oltre agli incontri con gli autori finalisti, infatti, sono previste numerose manifestazioni e iniziative culturali collegate al Premio Letterario, tra le quali: presentazioni di volumi, serate teatrali, tavole rotonde, seminari culturali, escursioni e incontri con ospiti di fama internazionale.

Gli appuntamenti si concluderanno sabato 15 settembre 2012 con la serata di premiazione – le tre opere finaliste sono state selezionate a dicembre 2011 – durante la quale gli autori finalisti riceveranno i premi in denaro e sarà consegnato al vincitore assoluto, scelto dalla giuria popolare, un premio aggiuntivo.

- Capitan Tempesta – Il leone di Damasco di Emilio Salgari, Garzanti Libri. Nel 150° anniversario della nascita di Emilio Salgari, esce un volume (arricchito da 40 illustrazioni d’epoca) che comprende i due romanzi del ciclo di “Capitan Tempesta”. Salgari ci regala personaggi dall’eroismo esaltante, intrecci ricchi d’azione e di suspense, ambienti e atmosfere dal forte colorito esotico.

- Si chiama Cinema corsaro la nuova sezione che s’inauguara quest’anno alla Mostra di Venezia (alla Pagoda, dal 2 al 6 settembre). «Al cuore del progetto un gruppo di film ispirati a Iolanda la figlia del Corsaro Nero e alla vita di Emilio Salgari, un’operazione attraente per diversi motivi: lo scambio tra filibuste, quella dello scrittore veronese e quella dei cineasti in mostra; la curiosità per come si possa coniugare il lessico salgariano così tradizionale, popolare e il linguaggio sperimentale, ibrido, “aperto” degli autori corsari; lo scacco che la fantasia dello scrittore potrebbe infliggere all’intellettualismo dei registi, oppure la fecondazione reciproca» (Maria Giulia Minetti, LaStampa.it). In chiusura la proiezione di Le tigri di Mompracem del 1974, con Gigi Proietti nel ruolo di Sandokan.

- Sandokan interpretato dalla compagnia La Pajeta. Da venerdì 17 a mercoledì 22 agosto il Cortile di Santa Maria in Organo di Verona ospita il nuovo spettacolo teatrale Due Tigri in Salotto della compagnia teatrale La Pajeta. L’appuntamento fa parte del ciclo del Teatro nei Cortili 2012.

Marina Cabiati

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews