11 settembre 2001, processo a Guantanamo per cinque terroristi

Il carcere di massima sicurezza di Guantanamo (stampalibera.com)

Guantanamo continua a vivere e lo farà, con tutta probabilità, comminando sentenze di condanna a morte. Il super-carcere simbolo della campagna elettorale di Obama (che ne aveva annunciato in pompa magna la chiusura) è invece rimasto aperto per le resistenze incontrate in patria dal poi eletto presidente, e adesso, a causa di ulteriori resistenze per motivi di sicurezza, sarà il luogo in cui si svolgerà il processo nei confronti di Khalid Sheik Mohammed, del nipote pachistano Ali Abdul Aziz Ali, degli yemeniti Ramzi Binalshibh e Walid bin attash e del saudita Mustafa al-Hawsawi. Le menti dietro la strage delle Torri gemelle dell’11 settembre 2001.

Gli Stati Uniti hanno chiesto la pena di morte per i cinque accusati, secondo quanto reso noto dal Pentagono. Entro 30 giorni inizierà il processo nella base militare Usa sull’isola di Cuba. Tutti e cinque gli imputati sono stati detenuti fino al 2006 in prigioni segrete dell’intelligence.

I codici militari impediscono di considerare prove le dichiarazioni fatte dai 5 detenuti durante interrogatori svolti con la tecnica del waterboarding, l’affogamento simulato che aveva fatto gridare allo scandalo e scendere pubblicamente in piazza Obama per la chiusura di Guantanamo, successivamente osteggiata dal Congresso, dai militari e dall’intelligence.

Gli avvocati difensori si preparano a dare battaglia, però, proprio sulla detenzione segreta, considerandola illegittima al punto tale da viziare la legalità dell’intero procedimento. La procura militare del Pentagono avrà lo spinoso compito di dover difendere in aula le pratiche adottate dalla tanto criticata amministrazione Bush, per poter arrivare alla condanna degli imputati.

Prime barricate dall’Unione delle libertà civili: «Qualsiasi verdetto verrà emesso dalle commissioni militari di Guantanamo – dicono – sarà macchiato da un procedimento ingiusto».

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews