«Mio padre è un assassino»

Matthew Roberts, noto dj di Los Angeles ha scoperto che il padre è Charles Manson serial killer di fine anni ’60

di Nicola Gilardi

Charles Manson

Non deve essere stato facile per Matthew Roberts scoprire chi fosse il padre biologico, soprattutto se questo è Charles Manson, uno dei serial killer più efferati della storia degli Stati Uniti. Nel 1969 uccise 9 persone che facevano parte della sua setta, fra le quali anche la moglie del regista Roman Polanski, Sharon Tate.

Il dj 41enne cresciuto nell’Illinois e oggi residente a Los Angeles racconta al tabloid britannico The Sun di essersi messo sulle tracce del padre da ben 12 anni, sebbene il patrigno abbia sempre cercato di allontanarlo da questa idea. La sua testardaggine, però, lo ha portato a trovare una verità sconvolgente. La madre di Roberts fuggì nel 1967 con Manson in una comunità hippie, ma una notte venne violentata dall’uomo rimanendo incinta.

Dopo aver appreso questa verità il disk jockey ha iniziato una corrispondenza con il padre in carcere e ricevette anche alcune sue lettere farneticanti e inneggianti al nazismo, simbolo che si è fatto anche tatuare sulla fronte. «È come scoprire che tuo padre è Adolf Hitler» ha detto Roberts e sulla sua somiglianza col padre ha affermato «Sono un uomo pacifico, il mio idolo è Gandhi, ma sono intrappolato nella faccia di un mostro. Non voglio amarlo, ma nemmeno odiarlo».

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews