Yara, mentre i volontari la cercavano, il pm era in ferie

Bergamo – Ancora colpi di scena sulla morte di Yara, ma questa volta ad essere al centro dell’attenzione è il procuratore di Bergamo Letizia Ruggeri, che indaga sul caso. Due settimane dopo la scomparsa della piccola, la Ruggeri si è presa una vacanza. Era ancora lontana la triste data del 26 febbraio, quando la piccola è stata ritrovata morta in un campo di Chignolo d’Isola, e gli inquirenti ancora pensavano che Yara fosse viva. Ma la Ruggeri, in quelle prime delicate fasi dell’indagine, le più cruciali per arrivare all’assassino, dov’era?

Nel mirino delle accuse, anche i volontari delle squadre di ricerca, incapaci di trovare il corpicino della bambina, nascosto a soli pochi metri dal comando di polizia locale. Pare che anche alcuni di loro si fossero presi qualche giorno di ferie, dal momento che stavano portando avanti le ricerche gratis. Fatti all’italiana maniera, qualcuno potrebbe dire, che però non sono per questo meno vergognosi.

di Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews