Wwf: tigri, elefanti e rinoceronti sono le specie più a rischio

La tigre tra le specie più a rischio a causa del bracconaggio

Crime wildlife scorecard è il titolo di un recente report della nota associazione Wwf che riguarda in specifico tre specie animali (rinoceronti, tigri ed elefanti) e 23 Paesi del mondo – concentrati tra Africa e Asia – dove queste stesse specie sono maggiormente a rischio sopravvivenza a causa di fattori concomitanti su cui spiccano purtroppo bracconaggio e traffico illegale.

Elefanti, rinoceronti e tigri si trovano in pericolo soprattutto in Vietnam, Laos e Mozambico, i 3 stati con il ‘voto’ più basso secondo l’analisi del Wwf: questi Paesi, come molti altri di transito o consumatori diretti di parti e prodotti di queste specie, per la caccia spietata a cui sono dediti a causa dell’indotto economico derivato, si possono considerare i principali nemici per la salvaguardia di questi animali, ridotti ormai numericamente quasi ai minimi storici.

kids468x60

Il preoccupante dossier è stato presentato a Ginevra in occasione di una riunione Cites (Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) e le cifre diffuse destano preoccupazione: nel 2011 sono stati uccisi ben 448 rinoceronti sudafricani e nei primi sei mesi del 2012 si è già arrivati a quota 262; non meno felice la sorte delle tigri di cui restano, in natura, non più di 3.200 esemplari. Bracconaggio a livelli mai raggiunti verso gli elefanti: in Africa, sempre secondo le stime del Wwf, non è mai stato così altro a causa degli alti guadagni garantiti dal commercio illegale di avorio.

Proprio su questi traffici illeciti il  Wwf sta tentando di attirare l’attenzione grazie a campagne internazionali capaci di sensibilizzare non solo verso il problema ‘africano’, ma anche ‘asiatico’: in Cina l’applicazione delle regole del commercio di avorio è del tutto inadeguata e i paesi dell’Indocina sono tra quelli in cui la situazione risulta davvero preoccupante! India e Nepal invece tra gli Stati più vituosi in termini di tutela e salvaguardia di queste specie a rischio.

Laura Dabbene

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews