Windows 8, la sfida di Microsoft ad Apple e Google

windows-8-logo

Windows 8: sfida impossibile ad Apple e Google? (it.ibtimes.com)

Il low profile non appartiene alla Microsoft. “The world is ready” recita la scritta che accoglie la presentazione del nuovo sistema operativo Windows 8 a New York, al Pier 57, sull’Hudson River. C’è da colmare il gap – tecnico, ma soprattutto commerciale – che negli ultimi anni Apple e Google hanno scavato in nicchie di mercato mai esplorate prima dall’azienda di Redmond.

Il nuovo sistema operativo è una rivoluzione per Microsoft: abolisce il desktop e mette al centro le Live Tile, riquadri animanti che funzionano grazie alla tecnologia touch. «Siamo pronti a dare al mondo un nuovo strumento», spiega Steven Sinofsky, preswidente della divisione Windows di Microsoft. L’obiettivo è la creazione di un ecosistema unico, con sistema operativo compatibile con Pc, tablet e smartphone. E Windows 8 arriva sul mercato non certo privo di ambizioni, con alle spalle oltre 1.240.000.000 ore di test.

La parte più interessante è però lo sbarco della Microsoft nel regno di Apple e Google, ossia quello delle app. Windows Store  va all’attacco di un mercato dominato fino ad oggi dalla concorrenza. Presto per giudicare: mancano applicazioni “basilari” come Facebook, Instagram o Angry Birds. Ma la Microsoft ribatte: «Le nostre app sono compatibili con 420 mila tipi di device e saranno una grande opportunità per i programmatori». E lavoro ci sono già 400 mila sviluppatori, di cui una sessantina per l’Italia.

Si chiude con Surface, il tablet che mira a detronizzare l’iPad. La sfida, almeno dai primi dati, è di quelle impossibili: a parità di prezzo la tavoletta ha dimostrato notevole impatto dal punto di vista estetico (schermo multitouch da 10,6 pollici, processore Quad-Core e videocamera fronte-retro Hd; touchcover magnetica che ricorda quella dell’iPad ma che è in realtà una tastiera, il tutto per un peso di 676 grammi e uno spessore di 9,3 millimetri), ma definizione dello schermo più bassa, batteria di durata leggermente minore, assenza della versione con Sim card. E la tastiera ha dimostrato notevoli limiti: si è inceppata nell’utilizzo ad alta velocità.

La sfida è lanciata: sarà il mercato a dare la risposta.

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews