Win for Life: trovata la vincitrice, stava per perdere tutto

Sarebbero bastate altre 52 ore e la mega vincita ottenuta con Win for Life sarebbe svanita nel nulla. Per fortuna la giovane donna di Lissone ha sentito gli appelli della Sisal

win for life

20mila euro subito e 4mila al mese per i prossimi 20 anni. Questa la straordinaria vincita che la giovane donna ha rischiato di perdere per sempre (foto: nuovavenezia.gelocal.it)

Consapevole di aver vinto una cifra stratosferica, era subito partita per una vacanza di due mesi per festeggiare. Un giro per l’Italia, ad ammirare le bellezze del Paese senza pensare alle spese, grazie a quella ricevuta in tasca di inestimabile valore. Ironia della sorte però, in questo modo la giovane impiegata di Lissone stava per perdere il diritto a riscuotere la fantastica vincita ottenuta con Win For Life. 100mila euro subito e altri 4mila al mese per i prossimi venti anni. Un bottino niente male, che la donna è riuscita a riacciuffare per un pelo, ad un passo da uno dei più grandi rimorsi della sua vita.

RISCOSSIONE SUL FILO DI LANA - La giovane difatti, convinta di avere tre mesi di tempo, invece di due, per presentarsi a riscuotere la vincita, aveva fatto perdere le sue tracce, intenzionata a tornare ad un passo dalla scadenza dei termini di legge. Fortunatamente, gli appelli lanciati da Sisal, alla ricerca del fortunato vincitore, l’hanno raggiunta, permettendole di tornare giusto in tempo. Così, a sole cinquantadue ore dalla scadenza dei termini, venerdì la vincitrice si è presentata a Milano ricevuta alla mano per incassare la vincita e concretizzare finalmente il bacio riservatole dalla Dea bendata.

GLI APPELLI DI SISAL – Già dall’inizio di questa settimana Sisal si era messa alla ricerca del vincitore, il cui biglietto da 2 euro, comprato presso il punto vendita Tabacchi Bar Monza di Lissone, provincia di Monza e Brianza, aveva portato una vincita stratosferica. In più occasioni l’agenzia aveva ricordato come il termine ultimo per la riscossione fosse fissato al 29 giugno, ovvero a sessanta giorni dalla data dell’estrazione. Una precisazione che, reiterata su giornali e tv di tutta italia, alla fine ha centrato l’obiettivo, permettendo alla giovane donna di non dover ricordare gli ultimi due mesi come la vacanza più brutta della sua vita.

Carlo Perigli

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews