WhatsApp si blocca? Colpa di Facebook

I recenti e ripetuti problemi di WhatsApp sarebbero da imputarsi agli aggiornamenti in vista dopo il passaggio di proprietà a Facebook

Whatsapp sms

WhatsApp: una valanga di soldi per Facebook, ma ora sorgono problemi

Berlino – Problemi per WhatsApp, con blocchi della durata anche di alcune ore: si tratta di una esperienza che tutti gli utenti della famosa app di messaggistica istantanea hanno sperimentato in questi ultimi mesi. Secondo notizie trapelate attraverso la Bild, il tabloid tedesco a più vasta diffusione, i problemi sarebbero dovuti all’acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook.

L’ACQUISIZIONE – Ad aprile di quest’anno Facebook aveva comprato WhatsApp per 19 miliardi di dollari, una cifra esorbitante che aveva fatto balzare i titoli di entrambi i prodotti. Un successo per Zuckerberg, che non aveva fatto mistero dell’interesse del suo social network per un’applicazione che in questi anni ha cambiato il nostro modo di comunicare con il telefono. Da allora, però, sono cominciati i problemi per la messaggistica istantanea e non pochi hanno iniziato a pensare a un collegamento tra i due eventi.

whatsapp

WhatsApp, il più diffuso servizio di messagistica istantanea (androidblog.it)

NUOVE CARATTERISTICHE – I progettisti di Facebook stanno lavorando a nuove funzioni da aggiungere a WhatsApp: il problema dovrebbe trovarsi proprio nei test che stanno venendo condotti dai tecnici, in attesa di rilasciare al pubblico le novità.

FONTI INTERNE – La Bild ha citato delle fonti interne, ma anonime, che avrebbero fornito queste notizie: «Prima la regola era: niente pubblicità, niente componenti aggiuntivi che ci creassero problemi – dice la fonte informatica, praticamente una talpa – Ora WhatsApp è di proprietà del signor Zuckerberg e dovrà aggiungere nuove funzioni come da sua volontà. Una di queste è il VoIP». Whatssapp sembra quindi destinato a contrastare Skype (e Microsoft) per quanto riguarda le chiamate, un mercato ancora ampiamente contendibile.

NON SOLO QUESTO – Ovviamente le novità non si limiterebbero a questo: stando alla Bild, sarebbero in arrivo foto “con scadenza” (ispirate da Snapchat) e un sistema di archiviazione della chat, per nascondere le conversazioni. Così dovrebbe anche essere semplificato il sistema di accesso alla videocamera, ridotto a un passaggio di un solo click.

whatsapp

I problemi con WhatsApp sono cominciati con l’acquisizione da parte di Facebook: non un caso, secondo alcuni (startmag.it)

I PROBLEMI – La causa dei problemi, quindi, sarebbe da ricercarsi in questi test, che comportano trasferimenti di dati e disturbano il funzionamento della app. Blocchi durati anche alcune ore sarebbero il segnale di un incremento dei lavori, in vista di futuri cambiamenti anche rilevanti per WhatsApp.

IL FUTURO? – Se WhatsApp ha praticamente stravolto le comunicazioni tra telefoni, portando alla morte per disuso degli sms, almeno per chi possiede uno smartphone e la conseguente connessione a Internet – Facebook da tempo insegue la concorrenza dal punto di vista della chat: l’integrazione tra i due mondi era già nell’aria e queste recenti notizie sembrano confermare l’idea che ci si era fatti da tempo.

EPPURE NIENTE FUSIONE – A smentire le voci di fusione, riguardante soprattutto WhatsApp e Messenger, la chat di Facebook, era stato proprio Zuckerberg al New York Times: «Messenger e Whatsapp, sono due cose diverse: una è una chat per chiacchierare con gli amici, l’altra un prodotto che ha sostituito gli sms. Sembrano simili ma quando si approfondiscono le sfumature e i modi in cui le persone le usano, si finisce per identificare in mercati molto diversi fra loro».

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews