Whatsapp batte gli sms

Whatsapp batte i tradizionali SMS. Ti piace vincere facile? Certamente: in tempo di crisi è ovvio che si preferisca mandare messaggi gratuiti, anziché pagarli almeno dieci centesimi di euro l’uno.

Dunque prevedibili, ma che fanno allarmare le aziende telefoniche, i dati di un nuovo report di Informa, secondo il quale entro la fine del 2013 il numero di messaggi gratuiti inviata da uno smartphone corrisponderà al doppio di tutto il traffico dei classici SMS. Lo scavalcamento è già avvenuto lo scorso anno, quando sono stati inviati 19,1 miliardi di messaggi gratuiti da Whatsapp contro i 17,6 miliardi di SMS. Ed ora la previsione: entro la fine di quest’anno il volume di messaggi free toccherà la quota di 41 miliardi mentre gli SMS cresceranno solo fino a 19,5 miliardi.

Dati che rispecchiano alla perfezione la realtà odierna, con un avanzamento tecnologico che prende sempre più il sopravvento nella nostra società. Infatti, la crescita del traffico dei messaggi gratuiti sta avvenendo in tempi decisamente rapidi rispetto a quanto negli scorsi anni osservato nell’evoluzione degli SMS, questo a causa del maggior numero medio di messaggi gratuiti inviati per ogni utente.

Informa, inoltre, stima che gli utenti di applicazioni di messaggistica gratuite su smartphone siano solamente 586,3 milioni contro i 3,5 miliardi di utenti che invece possono usare gli SMS. Risulta che gli utenti senza Whatsapp inviano soltanto cinque SMS al giorno, mentre quelli che possiedo l’applicazione ne inviano in media 32,6 giornalieri, ben sei volte in più dei classici messaggi. Agli SMS per raggiungere i volumi attuali sono stati necessari circa venti anni, mentre alle applicazioni di messaggistica gratuite sono bastati meno di cinque anni per arrivare al raddoppio. Il calcolo del sorpasso parte dal 2007 anno in cui è stato introdotto BlackBerry Messenger, considerata la prima applicazione per l’invio di messaggi istantanei gratuiti. Da allora le applicazioni sono diventata sempre più numero, tra cui la più celebri Whatsapp, iMessage di Apple, Viber, ChatOn di Samsung e moltissime altre ancora.

Sonia Carrera

@soniasakura89

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews