Wang Renzheng, il cacciatore di smog di Pechino

Wang Renzheng, il cacciatore di smog di Pechino (fonte: socialchannel.it)

Wang Renzheng, il cacciatore di smog di Pechino (fonte: socialchannel.it)

Una Pechino buia, opaca e cupa è lo scenario apocalittico nel quale passeggia, armato di aspiratore, Wang Renzheng, soprannominato il “cacciatore di smog” della città.

PECHINO IRRESPIRABILE - Ancora una volta Pechino è ostaggio di una fitta nube di smog, che inficia sulle normali attività dei cittadini. Gli abitanti sono costretti a circolare con la mascherina per proteggere le vie respiratorie, le fabbriche sono state chiuse, ai bambini è vietato giocare all’aria aperta per evitare che respirino smog e la visibilità delle vie è notevolmente ridotta. Proprio nei giorni di COP21, la Conferenza dell’Onu sul cambiamento climatico in cui si sta discutendo sulle misure da attuare per salvaguardare il pianeta, la città di Pechino è alle prese con un nuova emergenza ambientale il livello del particolato PM2.5 ha superato di 24 volte il limite imposto dall’Oms, raggiungendo le 600 unità per metro cubo.

IL CACCIATORE DI SMOG DI PECHINO - Con i capelli raccolti in una lunga coda nera, il viso spigoloso e l’aria introspettiva e vagamente sognante, Wang Renzheng trascina per la città di Pechino un grosso bidone aspiratore, rivolgendo simbolicamente il tubo verso il cielo grigio e denso.
Di fronte a tale crescente disagio, pericoloso per la città e per le condizioni ambientali mondiali, l’artista Wang Renzheng ha deciso di dare il suo originale contributo: per quattro ore al giorno l’uomo vaga per le vie di Pechino aspirando lo smog con la sua “arma” rivolta verso il cielo.

 

Il suo gesto, intitolato Project Dust, ha chiaramente una funzione simbolica ed è mosso dal tentativo di mostrare la gravità della situazione di Pechino, per la quale è necessario agire il più in fretta possibile. Nonostante l’irrespirabilità dell’aria, infatti, la città risulta ancora essere colma di traffico e di auto che circolano senza regolamentazioni, come se la situazione fosse ancora accettabile.

Nonostante la passeggiata di Wang Renzheng sia solo una performance dimostrativa, l’artista ha raccolto polvere a sufficienza per poter costruire un mattone. Polvere che, inevitabilmente, era destinata ai polmoni dei cittadini di Pechino.

Alessia Telesca

foto: socialchannel.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews