Elezioni 2013. Indovina chi si presenta?

Emilio Fede

Emilio Fede

Roma – La crisi dell’economia reale continua a mordere imperterrita come testimoniano i dati Eurostat ed Istat , ma in questo momento storico così complesso l’Italia si trova a dover affrontare anche una crisi di natura differente seppur con effetti altrettanto pericolosi ed imprevedibili. Trattasi della crisi di fiducia dei cittadini verso le istituzioni politiche che costituiscono il principale strumento di attuazione della democrazia rappresentativa, ovvero i partiti. Da troppo tempo ormai la percentuale di Italiani che ripongono fiducia in tali organismi è irrisoria (meno del 10% secondo tutti i più importanti istituti di sondaggi politico-elettorali).

Lo scetticismo e la diffidenza con cui gli italiani guardano alla politica è sintomo di debolezza dell’apparato istituzionale ma al contempo può divenire un’opportunità per alcuni soggetti vogliosi di divenire veri e propri bacini di fiducia dei cittadini. Così basta essere percepiti come esterni al mondo politico per avere il requisito cardine al fine di conseguire il consenso popolare. Tutti possono aspirare a divenire nuovi premier: basta uno slogan efficace, un po’ di popolarità e qualche buona idea anche se rispolverata. I politici hanno fallito, i tecnici annaspano e le problematiche aumentano in maniera esponenziale. Per i “nuovi messia” è un’occasione da non perdere, ma che ne sarà dell’Italia? Non si può, infatti, non guardare al futuro in maniera preoccupante e non nutrire una certa diffidenza verso coloro i quali non hanno mai avuto modo di maturare competenze nè esperienze politiche e potrebbero, d’altro canto, trovarsi ad operare durante la congiuntura economica più preoccupante degli ultimi ottant’anni.

Il trend di sfiducia nei partiti ha già determinato effetti tangibili. Il caso Grillo insegna. Un comico genovese, con un curriculum condito da sei premi Telegatto, è riuscito a divenire guru delle masse a suon di denunce anti-politiche, uso massiccio del web, linguaggio disinibito e qualche buona proposta seppur di difficile realizzazione. Se un comico può divenire determinante in vista delle prossime elezioni, perchè non provare ad emularlo?

Chissà se si sarà posto la seguente domanda l’ultima new entry nella cerchia dei “nuovi messia”. Di chi si tratta? Il suo curriculum annovera la direzione del Tg4 per ben vent’anni, un’amicizia fraterna con Silvio Berlusconi ed un’indagine in corso per favoreggiamento della prostituzione. Si è proprio lui: il celeberrimo Emilio Fede. In un intervista al settimanale L’Espresso il giornalista siciliano ha, infatti, annunciato la nascita di un «movimento d’opinione›› dal titolo “Vogliamo vivere”. L’obiettivo è quello di puntare sulla sua notorietà per costituire una lista in grado di riunire gli scontenti del Pdl e al contempo rafforzare il centrodestra attualmente operante. Le mosse populiste e le dichiarazioni acchiappa-consenso non si sono fatte attendere neanche un pò. Nella stessa intervista all’Espresso, l’ex direttore del Tg4 ha, difatti, annunciato di voler puntare sull’elettorato femminile di centrodestra che, a sua detta, non può essere rappresentato unicamente dalla Santanchè. In un recente articolo apparso su Libero, Fede avrebbe inoltre espresso il desiderio di includere lo scrittore Roberto Saviano nel neonato movimento. Difficile trovare connessioni tra i due giornalisti, impossibile dimenticare le vergognose critiche che Fede stesso ha più volte indirizzato a Saviano. Ma chi, meglio del giornalista napoletano può fungere da inestimabile catalizzatore di consensi?

Loredana Bertè e Gigi d'Alessio a Sanremo
Loredana Bertè e Gigi d’Alessio a Sanremo

Tutti quanti voglion fare politica e tutti si ritengono capaci di contribuire alla risoluzione del crac economico nel modo migliore per i cittadini italiani. Geni del marketing politico rischiano di confondere i cittadini puntando sulla loro delusione. La mancanza di rinnovamento dei partiti e la loro distanza dai cittadini rischiano di divenire problemi più importanti di inflazione e spread. Ma davvero chi ha al massimo esperienze di amministrazione del proprio condominio può riuscire dove stentano esperti economici riconosciuti a livello internazionale? Molti cittadini potrebbero rispondere in maniera affermativa a questa domanda ed allora non ci sarà più spazio per rimpianti o analisi. Il rinnovamento è fondamentale ma i cambiamenti estremi in Italia non hanno mai portato a nulla di buono.

Tanto per rimanere in tema. Una notizia dell’ultima ora parla della scesa in campo anche dei due noti cantanti Loredana Bertè e Gigi d’Alessio. I due vorrebbero dar voce alle problematiche del meridione costituendo una lista dal titolo che riprende un verso del loro recente duetto sanremese. Lo slogan dunque sarebbe “Respirare, prova a farlo anche tu!”.

P.S. Se qualcuno ha simpaticamente creduto alla bufala di cui sopra, inventata ora di sana pianta da chi scrive, la situazione è davvero preoccupante.

Matteo Scarano

Foto | davidemaggio.it; discografie.org; italiainmusica.com

 


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews