Virus ebola: al via sperimentazione umana

ebola prev

Il virus ebola

Il virus ebola continua a mietere vittime: 3.000 persone infettate, la metà delle quali morte e l’epidemia continua ad allargarsi. Poche ore fa i funzionari della sanità degli Stati Uniti hanno annunciato che tra qualche settimana partirà la prima sperimentazione umana in America per un vaccino.

UN’EPIDEMIA INCONTENIBILE – Non si blocca l’epidemia di ebola, continua a dilagare in Africa. Secondo recenti dichiarazioni dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità ci vorranno dagli otto ai nove mesi per permettere agli operatori medico sanitari di riuscire a contenere l’epidemia. Le scarse condizioni igieniche e la scarsa preparazione a fronteggiare una così forte ondata della malattia, stanno rendendo la situazione sempre più critica. Sempre secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità altre 20.000 persone potrebbero essere infettate prima della fine dell’epidemia.

LE PRIME SPERIMENTAZIONI UMANE – Quella annunciata dall’America è tra le prime sperimentazione di un vaccino per l’ebola sull’uomo. I vaccini sperimentali, usati anche per curare i medici ammalati fino a questo momento sono stati sperimentati solo sugli animali. Con la sperimentazione umana, annunciata anche dalla Gran Bretagna, si fa un ulteriore, importante, passo in avanti. In America a guidare la sperimentazione saranno Anthony Fauci e i ricercatori del National Insitutes of Health. Anche il Mali e la Nigeria si stanno attrezzando per iniziare sperimentazioni, al fine di arrivare ad un vaccino protettivo contro questa malattia così aggressiva.

IL PROCESSO DELLA SPERIMENTAZIONE -  Dieci persone sane, vaccinate con il vaccino sperimentale, riceveranno piccole quantità del virus ebola, successivamente si studierà la reazione del sistema immunitario. Il virus sarà iniettato attraverso un vettore che non consentirà l’infezione e quindi in sicurezza. Nel frattempo altri studi paralleli stanno partendo, tutti hanno come obiettivo quello di trovare un vaccino funzionale. Gli Stati Uniti però avvertono: nessun vaccino sarà pronto prima del 2015, è matematicamente impossibile trovarlo entro la fine dell’anno.

Serena Prati 
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews