Virginia. L’Università sospende le Confraternite dopo uno stupro di gruppo

virginia stupro università teresa sullivan

Il preside del’Università della Virginia, Teresa A. Sullivan (Huffingtonpost.com)

Richmond – Confraternite all’indice all’Università della Virginia (Usa), Ateneo nel mirino della giustizia dopo la denuncia di uno stupro di gruppo ai danni di una matricola diciottenne, tenuto nascosto dal corpo accademico. Un presunto scandalo che potrebbe far tremare la dirigenza dell’Università e che, ora, ha prodotto la sospensione di tutte le Confraternite e attività a loro connesse.

LO STUPRO – L’aggressione sarebbe avvenuta nel 2012, quando sette uomini appartenenti alla Confraternita accademica Phi Kappa Psi, avrebbero abusato della giovane successivamente convinta a non denunciare l’accaduto. Questo finché lo stupro non è stato pubblicamente segnalato da un articolo apparso sulla rivista Rolling Stone che ha spronato l’Ateneo a prendere parte attiva nell’episodio. Il preside Teresa A. Sullivan, a nome dell’Università, ha commentato la violenza come «spaventosa» e sabato scorso ha presentato formale richiesta alla polizia di Charlottesville affinché le dinamiche della presunta aggressione vengano chiarite. Al momento non ci sono arresti inerenti al caso.

UNIVERSITA’ COSTERNATA – Nella dichiarazione pubblica alla giovane violentata, all’istituto e all’opinione pubblica, il preside Sullivan, spiega: «Ti scrivo oggi (esprimendo) solidarietà. Vi scrivo (esprimendo) un grande dolore, rabbia, ma soprattutto, con grande determinazione»«Un cambiamento significativo è necessario e possiamo portare quel cambiamento in tutte le università. Possiamo esigere che incidenti come quelli descritti in Rolling Stone non accadano più e, se accadono, che il responsabile sia ritenuto tale davanti alla legge».

CLIMA TESO – Intanto, il clima pare sempre più teso. Secondo la polizia di Charlottesville, sabato scorso due uomini e due donne sono stati arrestati per violazione di domicilio durante una azione di protesta contro la Confraternità citata nell’articolo della nota rivista; il giovedì precedente, il Consiglio di Ateneo si era detto «sconvolto» «disgustato» dagli avvenimenti in corso e aveva cancellato tutte le attività extra scolastiche arrivando infine – sabato – a sospendere le Confraternite fino al 9 gennaio. La Phi Kappa Psi, dal canto suo, si è auto sospesa dopo aver definito le aggressioni «vili e intollerabili».

Malgrado le azioni di condanna da ogni parte, l’Università continua a scivolare sulla vicenda in modo imbarazzante. L’Ateneo, infatti, aveva nominato un ex giudice e procuratore federale, Mark Filip, per indagare sulla vicenda in modo indipendente. Venerdì, però, listituto aveva dovuto fare un passo indietro alla notizia che Filip, al tempo del college, era un membro del Phi Kappa Psi. Nuove voci di scandalo a cui sono seguite le parole del procuratore generale Mark Herring«Questa situazione è troppo grave per consentire che qualcosa mini la fiducia nell’obiettività e nell’indipendenza di questa inchiesta».

UNIVERSITA’ PERICOLOSE? – La vicenda all’Università della Virginia è solo l’ultimo episodio che coinvolge le accademie americane. Racconta la Nbc che il 13 novembre, la West Virginia University ha dovuto sospendere le attività extra didattiche e le organizzazioni degli studenti dopo che una matricola di 18 anni, Nolan Michael Burch, è deceduto nella casa di una Confraternità. In settembre, un altro studente è morto alla Clemson University.

Chantal Cresta

Foto || Huffingtonpost.com; wtvr.com

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews