Violenza sulle donne in Asia: un uomo su quattro colpevole di abusi

violenza-donne2

La violenza sulle donne è divenuta una vera e propria piaga sociale in tutto il mondo

Roma – Dal rapporto stilato dall’Onu in merito alla violenza sulle donne in Asia emerge un quadro piuttosto agghiacciante per le donne, e il contesto sociale in cui sono costrette a vivere. Oggetto di studio circa 10 mila uomini, i quali intervistati in forma anonima sulla propria sfera sessuale, hanno confessato una serie di abusi nei confronti non solo delle proprie partner, ma in generale nei confronti del mondo femminile.

I dati parlano chiaro: un uomo su quattro in diversi Paesi dell’Asia e del Pacifico, come Bangladesh, Sri Lanka, Indonesia, Papua Nuova Guinea, Cambogia, e Cina, ha usato violenza contro una donna almeno una volta nella vita, e non sempre la vittima di queste aggressioni fisiche era la propria compagna.

Ciò che sconvolge di più, sono le ragioni indicate come giustificazioni per gesti che meritano la più totale disapprovazione e repressione penale. Per alcuni lo stupro è stato un puro divertimento, per altri invece la violenza è stata un modo per punire le vittime, ree forse di essersi negate in qualche modo a comportamenti meschini e irrispettosi della propria dignità. Sono tanti poi gli uomini che hanno commesso uno stupro quando ancora vivevano il periodo dell’adolescenza. Tra gli intervistati, il 45 % ha confessato di aver violentato più volte la stessa persona. Gli autori sono spesso vittime essi stessi di violenze, subite soprattutto in tenera età. Un dato che però non può in alcun modo rendere meno gravi i fatti compiuti.

Le violenze maggiori si registrano soprattutto a Bougainville, in Papua Nuova Guinea. Tuttavia l’intera Asia è balzata agli onori della cronaca negli ultimi tempi per gravissimi episodi. Proprio in queste ore ad esempio, in India si stanno decidendo le sorti di quattro dei sei uomini che nel dicembre 2012 stuprarono in gruppo una giovane studentessa. La ragazza morì due settimane dopo, a causa dei gravi traumi riportati. Dopo la condanna odierna, forse già domani i giudici del Tribunale di New Delhi renderanno nota la pena: è probabile che possa trovare applicazione anche quella capitale, a quel punto gli imputati sarebbero impiccati.

Angela Piras

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews