Video. Travestito da Joker dichiara: uccideremo un arabo a settimana

L'inquietante VIDEO di un giovane canadese travestito da Joker che, brandendo una pistola, dichiara: "Siamo un gruppo. Uccideremo un arabo a settimana"

MONTRÈAL, QUEBEC (CANADA) – Gli attentati terroristici di venerdì 13 novembre 2015 a Parigi hanno sconvolto non solo la Francia e l’Europa, ma il mondo intero. Dopo la conta delle vittime le reti televisive, le stazioni radio, i giornali e i cittadini di mezzo mondo attraverso i social network hanno iniziato a vomitare parole. Proprio come ha fatto Jesse Peltier, ventiquattrenne canadese, che ha pubblicato un video su YouTube nel quale è travestito da Joker e, con una pistola in mano, minaccia: «Elimineremo un arabo a settimana».

LA VIDEO – MINACCIA – Per la polizia canadese è stato facile risalire all’identità dell’uomo travestito da Joker che si muove in sedia a rotelle e non ha perso tempo arrestandolo: il giovane rischia fino a cinque anni di prigione per aver fomentato l’odio etnico e per falsa minaccia di terrorismo. Nel video l’uomo indossa la maschera del cattivo di Batman, Joker, e brandendo una pistola – che la polizia stabilirà essere una pistola giocattolo ad aria compressa, sequestrata al momento dell’arresto – dichiara: «Così il giorno dopo gli attacchi di Parigi è davvero il momento di smettere di lasciare le cose come stanno e mettersi in gioco come si deve. Così io e un gruppo di persone cominceremo a farlo; la prossima settimana ci saranno omicidi in tutto il Québec. Una serie di omicidi. Noi stessi abbiamo deciso di prendere in mano la questione. Noi elimineremo un arabo a settimana. Ci sbarazzeremo di loro, ripuliremo la provincia del Québec. Siamo un gruppo di dieci persone e li elimineremo tutti, uno per uno. L’Islam ha causato abbastanza problemi. Se non facciamo nulla, perderemo il controllo su tutto».

The Joker (www.overmental.com)

The Joker (www.overmental.com)

FOMENTARE L’ODIO ETNICO È LA SOLUZIONE?Questa vicenda, oltre a essere inquietante, è paradigmatica di quello che sta succedendo nel mondo Occidentale: un esempio per tutti, in Italia il titolo di Libero all’indomani degli attacchi di Parigi: «bastardi islamici». Proprio ieri sera a Piazza pulita, il programma di approfondimento politico condotto da Corrado Formigli su La7, Mario Giordano ha portato avanti un’appassionata difesa rispetto al titolo di Libero nella quale, in breve, ha affermato che i terroristi islamici hanno ucciso, il titolo del quotidiano – seppur offensivo – no. Ma il punto è un altro: il titolo di Libero che recita «bastardi islamici», o le parole del giovane canadese che dice «Uccideremo un arabo a settimana», non sono entrambi una vittoria dei terroristi sul mondo occidentale? Dopotutto il loro principale obiettivo è quello di terrorizzare e fomentare l’odio tra le persone, in modo da rendere più facili i reclutamenti nelle file dei loro combattenti. Chi sta bene nel luogo dove abita, non andrebbe mai ad ammazzare, ma soprattutto a farsi ammazzare.

Invece di bombardare, i capi di Stato farebbero meglio a rendere uguali tutti i cittadini, partendo da quelli delle periferie, e non solo quelle parigine o belghe.

Mariangela Campo

@MariCampo81

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews