VIDEO Tata picchia bimbo di due anni e poi gli ruba il pranzo

Succede in Argentina: tata venticinquenne picchia un bimbo di due anni perché dice di avere fame e poi gli ruba il pranzo, lasciandolo in lacrime e affamato

Buenos Aires (Argentina) – Si chiama Eve Mantaras, ha venticinque anni ed è accusata di abuso su minori. Ma partiamo dall’inizio: siamo a Paranà, in Argentina; una giovane coppia lascia i suoi due figli, di dieci e due anni, nelle mani di Eve Mantaras, tata venticinquenne. A parte la pigrizia – lascia sempre la casa in disordine –  sembra una ragazza a posto. Dopo qualche tempo, però, la madre dei due bambini, Cristina Ceril, comincia a nutrire qualche sospetto nei confronti della tata, perché trova spesso piccoli lividi sul corpo del più piccolo. Così, in accordo col marito, viene installata una telecamera nascosta nell’abitazione e, nel giro di qualche giorno, entrambi i genitori si rendono conto che i dubbi di Cristina erano più che fondati: la tata picchia i bambini. E non solo.

(Fonte foto: www.badedav.blogspot.com)

(Fonte foto: www.badedav.blogspot.com)

LA RICOSTRUZIONE DELLA VICENDA – Prima dell’installazione della telecamera all’insaputa di Eve, i vicini avevano più volte comunicato a Cristina Ceril, la mamma dei due bambini, che spesso li sentivano piangere quando si trovavano da soli con la tata. Dopo questi racconti, e dopo aver notato dei segni sul corpo del figlio minore, Cristina Ceril e il marito hanno deciso di installare la telecamera nascosta all’interno del loro appartamento: hanno così scoperto che Eve Mantaras non solo picchiava i bambini, ma rubava loro anche il cibo. In particolare, nel video diffuso dai media locali, si vede la giovane tata che schiaffeggia il bimbo di due anni perché ha detto di aver fame e, dopo averlo picchiato, prende il pranzo del piccolo e lo mangia lei, lasciando il bimbo in lacrime e affamato sul seggiolone.

Quando la coppia ha visto quello che stava succedendo, si è precipitata a casa dal bambino e ha immediatamente denunciato la baby-sitter, che adesso è accusata di abuso sui minori. La polizia ha fatto sapere che il filmato verrà utilizzato come prova per accusarla e metterla in prigione. Cristina Ceril ha commentato: «Mi fa gelare il sangue nelle vene pensare a che cosa avrebbe potuto fare ai nostri bambini. Non avremmo mai pensato che fosse una persona violenta. Pigra sì, ma non violenta».

Mariangela Campo

@MariCampo81  

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews