VIDEO Tassista aggredito: il passeggero cannibale gli morde l’orecchio

JERSEY – Dopo alcuni giorni dalla terribile vicenda romana dove un passeggero ha violentato e rapinato una tassista sono stati diffusi gli estremi di un caso analogo registrato sull’isola di Jersey, dove la vittima di una cruenta aggressione è di nuovo un autista. La violenza risale allo scorso dicembre e il processo, da poco conclusosi, si è risolto con la condanna del passeggero cannibale.

PASSEGGERO CANNIBALE: AGGREDISCE A MORSI IL TASSISTA - Un passeggero ha aggredito brutalmente un tassista dopo una lite per futili motivi, mordendogli ripetutamente l’orecchio e il volto come fosse caduto in un raptus di cannibalismo. Paul Tostevin, tassista di cinquantacinque anni, è caduto nelle grinfie di Colin Riley che, durante una normale corsa notturna per le strade di Jersey, ha preso a morsi l’orecchio del povero malcapitato, ringhiando e digrignando i denti come fosse Hannibal Lecter. Il tassista impaurito non è riuscito da subito a liberarsi dalla morsa dell’uomo e ha temuto di perdere il proprio orecchio a causa della forza con cui l’aggressore tentava di staccargli l’orecchio dal volto.

MOSTRUOSO COME HANNIBAL LECTER - Secondo quanto dichiarato dal tassista ai giornali locali di Jersey, egli credeva davvero di essere stato catapultato da un film dell’orrore, visto che le movenze dell’aggressore ricalcavano quelle del serial killer cannibale ideato dallo scrittore Thomas Harris. L’intera violenza è stata ripresa dalle telecamere interne del taxi che mostrano chiaramente la dinamica dell’attacco.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI - Secondo quanto dichiarato dal tassista, tutto è partito da una lite. Il passeggero, una volta salito sul taxi e specificato al conducente la destinazione del suo viaggio, desiderava consumare il suo pasto d’asporto sulla vettura. Il tassista ha però vietato al conducente di mangiare sull’automobile perché, trattandosi di una costosa Mercedes, teneva molto alla sua pulizia e questi, innervositosi, ha dapprima sferrato alcuni pugni sul conducente per poi attaccarlo con ripetuti morsi sull’orecchio, bloccandogli il capo contro il sedile anteriore della vettura.

Il passeggero cannibale pochi attimi prima di agguantarsi sull’orecchio della vittima (mirror.co.uk)

Il tassista non era riuscito a prevedere l’aggressione in quanto il passeggero ha attaccato durante una manovra con inversione di marcia che aveva chiaramente distratto l’autista, rendendogli impossibile le movenze dell’uomo alle sue spalle. Dopo una dura lotta il tassista è riuscito a sfuggire alla forza bruta e inaspettata del passeggero, aprendo la portiera anteriore per uscire dalla vettura e tentare di acciuffare l’aggressore anche se questi, con molta rapidità, è riuscito a scappare portando con sé la borsa e propri documenti.

IL PROCESSO - Le telecamere di sorveglianza nel taxi hanno però permesso l’identificazione del passeggero cannibale. Secondo quanto emerso durante il processo, Colin Riley soffriva di alcolismo e di raptus violenti. La Corte Suprema di Jersey ha condannato l’aggressore – che si è pubblicamente scusato con il tassista – obbligandolo a scontare dodici mesi di detenzione dopo dei quali gli sarà vietato accedere ai locali in cui si servono alcolici per due anni.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews