VIDEO SHOCK: Isis, bambino soldato di 10 anni uccide due prigionieri

VIDEO SHOCK: un bambino soldato uccide due prigionieri russi caduti nelle mani dell'Isis. Il baby combattente era già apparso in un video di addestramento

video-shock-ISIS-bambino-soldato-uccide-prigionieri-pistola

Il bambino soldato e un conbattente dell’Isis alle spalle dei due prigionieri

La propaganda mediatica dell’Isis scrive una nuova pagina dell’orrore: un bambino soldato di circa 10 anni è il protagonista di un video in cui di proprio pugno uccide a colpi di pistola due prigionieri dell’intelligence russa. Colpendoli con mano malferma da breve distanza, per poi infierire sui corpi feriti degli stessi per finirli. Il video è stato diffuso dal media center di Al Hayat, voce ufficiale della propaganda dell’Isis e dura circa 7 minuti.

VIDEO CONFESSIONE DI DUE SPIE DELL’INTELLIGENCE RUSSA - Il video è una sorta di vero e proprio cortometraggio dell’orrore, in cui si spiega – con tanto di sottotitoli in arabo ed inglese – di come Allah abbia rovinato i piani di due agenti dell’intelligence russa, portandoli nelle mani dei killer dell’Isis. I due, i cui nomi sarebbero Mamayev Jambulat (39 anni) e Ashimov Sergey Nikolayavich (32 anni) secondo quanto dichiarato dai prigionieri stessi, vengono sottoposti ad un vero e proprio interrogatorio davanti alle telecamere. I prigionieri rivelano la propria missione (monitoraggio dei combattenti di origine russa e sorveglianza ed eventuale uccisione di un membro dell’Isis di cui viene ovviamente occultato il nome) e anche alcuni particolari tecnici, come le modalità di ingresso nello “Stato Islamico” e la retribuzione per il proprio lavoro.

Al termine della confessione, in cui Nikolayavich si riferisce ex musulmano ed ora apostata, le immagini del video si spostano in una zona desertica. I due prigionieri sono inginocchiati ed alle loro spalle un combattente dell’Isis pronuncia loro una sentenza di morte in nome di Allah, accompagnata dalla lettura di un passaggio del Corano. Al fianco del combattente c’è un bambino soldato, pistola in pugno, già apparso precedentemente in un altro video di addestramento. La sua età si aggira attorno ai 10 anni. È lui il boia dei due agenti russi catturati.

video-baby-bambino-soldato-isis-uccide

Il “giovane combattente” ai cui piedi giacciono i “corpi umiliati degli infedeli”

L’ESECUZIONE DEL BABY BOIA - Il bambino punta la pistola alla nuca dei due prigionieri e apre il fuoco, colpendo con mano malferma. Un colpo sembra andare a segno alla nuca, l’altro alla spalla e non uccide l’uomo. È necessario infierire, scaricando sul corpo inerme dell’agente dell’intelligence altri due colpi, per assicurarne la morte. Al termine il bambino alza la pistola al cielo, in segno di vittoria. Un gioco figlio di propaganda ed indottrinamento. Un gioco mortale. L’autenticità del video non è stata ancora confermata dal Cremlino, anche se le immagini appaiono inequivocabili. Ma la morte di di due agenti per mano di un bambino – vera o falsa che sia – è un messaggio di orrore fin troppo esplicito da parte dell’Isis.

MOSTRARE O CENSURARE? - La scelta da parte di chi fa questo lavoro è sempre la stessa, quando ci si trova di fronte all’orrore. Mostrare o nascondere? Il nostro parere è che la realtà, per quanto terribile e brutale sia, vada mostrata fino in fondo, senza ostentazioni e con le dovute raccomandazioni. Per comprenderla, analizzarla ed affrontarla nel migliore dei modi possibili. Non è mettendo le mani davanti agli occhi – di questo ne siamo certi – che guerra e orrore spariscono.

IL VIDEO DELL’ISIS: BAMBINO SOLDATO UCCIDE DUE PRIGIONIERI (la visione è sconsigliata ad un pubblico sensibile)

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews