VIDEO Salvini contestato a Napoli. Insultato, lascia comizio Lega Nord

Matteo Salvini è meglio che stia un po’ lontano da Napoli, almeno finché non si calmano le acque. Il segretario della Lega è stato ‘costretto’ a lasciare piazza Carlo III dove era atteso per un comizio elettorale della Lega Nord in occasione delle elezioni Europee. E così la campagna elettorale della Lega nord a Napoli finisce così, a spintoni e con sonori: «Buffone, la vera carogna sei tu. Lavati con il fuoco».

SALVINI CONTESTATO A NAPOLI - Il segretario del Carroccio ha avuto giusto qualche minuto per rispondere alle domande dei cronisti prima di diventare bersaglio di un gruppo di napoletani, una decina con bandiere del Regno delle due Sicilie, che ha iniziato ad urlare e insultare Salvini. Un appuntamento elettorale che l’esponente della Lega ha dovuto saltare non appena la situazione si è fatta più calda, con le forze dell’ordine che tentavano di allontanare i contestatori che volevano avvicinarsi per spintonare il segretario.

Prima di arrivare a Napoli Salvini era stato anche a Salerno, dove non sono mancate alcune stoccate da parte di un piccolo gruppo di “Meridionalisti democratici”, con slogan quali «Chiedi scusa al Sud» e «Quando vieni, fatti un vaccino».

SALVINI E QUEL VIDEO A PONTIDA CONTRO I NAPOLETANI - Che i napoletani non abbiano dimenticato quella famosa Festa di Pontida 2009 e quei cori razzista contro di loro? Probabile. Intervistato da alcuni giornalisti, Salvini è tornato su quell’episodio durante il quale, l’allora deputato della Lega Nord, cantava in coro strofe razziste: «Che puzza, scappano anche i cani, sono arrivati i napoletani». Fu per quelle parole e per quelle immagini divulgate dalla stampa che Salvini decise di dimettersi. Oggi, tornando sull’argomento, ha detto: «Miei cori contro i napoletani? Quelli erano cori da stadio e ho chiesto scusa cento volte per quei cori. Scuse che rivolgo anche oggi»

20140506_salvi

“TORNERÒ A NAPOLI” –   «Tornerò presto. Venti ultrà che inneggiano a Genny la carogna non rappresentano una città. Ci sono tante persone perbene, tanti disoccupati e pensionati che anche a Napoli hanno firmato per il nostro referendum per cancellare la legge Fornero, che vogliono liberarsi dall’euro e fermare l’immigrazione clandestina. La Lega lavora per loro, non per una manciata di violenti», la risposta del segretario della Lega Nord Matteo Salvini contestato a Napoli durante il comizio.

Redazione

VIDEO – SALVINI CONTESTATO A NAPOLI LASCIA COMIZIO 


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews